Domenica 9 giugno ad Albenga ci sarà il ballottaggio fra i due candidati Sindaco risultati più votati alle elezioni amministrative che si sono svolte domenica 26 maggio 2019: Gerolamo Calleri (5.772 voti, circa il 44%), sostenuto dalle 3 liste “Lega”, “Albenga Vince” (Forza Italia / Fratelli d’Italia) e “Calleri Sindaco”, e Riccardo Tomatis (5.219, circa il 40%, sotenuto dalle 3 liste “Insieme per il futuro”, “Con Albenga” e “Progetto comune”.



Vedi Elezioni Albenga, domenica 9 giugno ballottagio tra Calleri (44%) e Tomatis (40%) [con le tabelle di riepilogo del voto e "mappa politica” della città]

Vedi Elezioni, verso il ballottaggio: 6000 albenganesi hanno già disertato le urne, ma tutto va bene (o forse no) [c[con riepiloghi voto, non voto e astensionismo 1993-2019]p>


Al primo turno gli altri due candidati sindaco erano Diego Distilo – sostenuto dalle due liste “Aria nuova per Albenga” e “Solo per Albenga” – che ha ottenuto 1.329 voti (il 10,15%) e Fauto Icardo – con la lista M5S “Continuare x cambiare” – che ha ottenuto 780 voti (5,95%). Per il II turno che domenica 9 giugno 2019 riguarderà i due i candidati Sindaco Gerolamo Calleri e Riccardo Tomatis non ci sono stati apparentamenti formali con altre liste ma solo un “appoggio esterno”: Fausto Icardo del Movimento 5 Stelle ha dichiarato pubblicamente di non avere dato indicazioni di preferenza mentre Diego Distilo con le sue due liste civiche ha invece dato indicazione pubblica di voto in favore del candidato Sindaco Tomatis. Nelle pagine seguenti, il riepilogo del voto alle 9 liste e le preferenze andate ai singoli candidati al Consiglio comunale il 26 maggio. (effe)

Vedi aggiornamento 10/6/2019 Ballottaggio amministrative: è Riccardo Tomatis il sindaco di Albenga eletto; la composizione del nuovo Consiglio comunale