Riunione del distretto sociosanitario e Commissione sanità Albenga

L’assessore regionale alla Sanità Viale ha confermato che il centro vaccinale rimarrà ad Albenga e sarà spostato all'interno dell'Ospedale

Ospedale Albenga Punto di Primo Intervento

Albenga | Si è tenuta oggi in videoconferenza la riunione del distretto sociosanitario di Albenga volto a condividere con i sindaci il programma di riapertura dei servizi ospedalieri e ambulatoriali dell’Ospedale Santa Maria di Misericordia.

Erano presenti il sindaco di Andora Mauro Demichelis, il sindaco di Casanova Lerrone Marino Beneccio, il sindaco di Ceriale Luigi Romano, il sindaco di Laigueglia Roberto Sasso Del Verme, il consigliere ai Servizi sociali del Comune di Ortovero Nicole Peirano, il sindaco di Villanova d’Albenga Pietro Balestra e per l’Area Asl: DG dr. Cavagnaro e direttore amm.vo Valeri, oltre naturalmente all’assessore regionale Sonia Viale e al sindaco di Albenga Riccardo Tomatis.

L’assessore regionale alla Sanità Sonia Viale ha ribadito la riapertura del Punto di Primo Intervento di Albenga a partire dal prossimo lunedì 6 luglio. La riapertura è prevista dalle 8 alle 20 e sarà effettuata con tutte le precauzioni del caso, osservando scrupolosamente le misure di prevenzione anti Covid-19.

Sul punto il sindaco Riccardo Tomatis, tornando a ringraziare il personale sanitario per quanto fatto, ha sottolineato l’importanza di una riapertura h24 naturalmente nel pieno rispetto delle disposizioni di sicurezza necessarie, così come evidenziato anche al dottor Luca Corti Primario del Pronto Soccorso di Pietra Ligure e del PPI di Albenga durante la visita di questa mattina.

Contestualmente è stata data la massima disponibilità a collaborare in merito alla richiesta dell’assessore Viale nel raccomandare a residenti e turisti di utilizzare il numero unico 112, evitando il più possibile che gli utenti si presentino autonomamente.

È stato ricordato poi che il Santa Maria della Misericordia ha già ripreso l’attività ospedaliera. In particolare, sono attive le strutture di degenza Area Covid-19, Area Buffer, Malattie infettive, Medicina interna, Terapia semi intensiva, l’attività di Dialisi che non è mai stata interrotta.

Sono inoltre attivi gli ambulatori delle seguenti specialità: Oculistica, Riabilitazione, Otorinolaringoiatria, Ginecologia e Ostetricia, Cardiologia, Dermatologia, Medicina interna, Malattie infettive cardiovascolari, Endoscopia digestiva. Sono in fase di prossima attivazione anche gli ambulatori di Urologia, Nefrologia, Igiene e sanità pubblica, Medicina di base (neurologia, oculistica, odontoiatria, urologia, reumatologia). È ripresa l’attività rivolta all’utenza esterna del Laboratorio analisi con riattivazione del centro prelievi e della struttura di Radiologia, dove vengono eseguiti esami Tc, ecografie e mammografie.

Il sindaco Riccardo Tomatis che “alla notizia del possibile spostamento del centro vaccini a Loano si è prontamente adoperato per mantenerlo sul territorio ingauno ha ottenuto risposta positiva da parte dell’Assessore Viale che ha annunciato che il centro vaccinale sarà spostato all’interno dell’Ospedale di Albenga”.

Si è poi discusso dell’affidamento ai privati dell’Ospedale di Albenga e dei ricorsi presentati e dell’intenzione ribadita dalla Regione di ricorrere al Consiglio di Stato. Sul punto il sindaco Tomatis ha ribadito la posizione emersa anche durante lo scorso consiglio comunale: “Oggi le condizioni sono cambiate e potremmo rivalutare, anche attraverso un percorso condiviso con l’Assessore Regionale Sonia Viale, le decisioni sul nostro ospedale” ha spiegato.