Assessore Mai in sopralluogo ad Albenga per i lavori di messa in sicurezza dei rii Fasceo e Carendetta

“soddisfatto per l’intervento finanziato da Regione Liguria”

rio Fasceo

Albenga | Sopralluogo dell’assessore regionale all’Agricoltura, Stefano Mai, al cantiere di messa in sicurezza dei rii Fasceo e Carendetta allestito ad Albenga nella frazione di Campochiesa. Il comune di Albenga ha  assegnato i lavori, in corso da un paio di settimane, alla ditta S.A.S. Fratelli Vecchione che si è aggiudicata la gara proponendo un ribasso del 27,80% per eseguire quello che è il primo lotto funzionale finanziato attraverso i fondi PSR (Programma di sviluppo rurale) con 2,5 milioni di euro.

Stefano Mai

“Oggi, accompagnato dai consiglieri comunali Cristina Porro e Gerolamo Calleri, ho fatto un sopralluogo a Campochiesa d’Albenga nella zona del depuratore, per verificare lo stato avanzamento lavori del cantiere per la messa in sicurezza dei rii Fasceo e Carendetta”, precisa lo stesso assessore Mai: “Si tratta di un’opera attesa da anni per la sicurezza di tutta l’area circostante e che è stata possibile grazie a un finanziamento di oltre 2 milioni di euro di fondi Psr. Tramite questi fondi autorizzati da Regione Liguria, è stato possibile finanziare al 100% il progetto per la messa in sicurezza di quest’area, di cui circa 800mila euro, corrispondenti al 40% dell’intero intervento, sono già stati versati nelle casse del Comune di Albenga”.

I lavori sono stati consegnati il 25 di maggio e sono sostanzialmente soddisfatto per lo stato di avanzamento, anche se avrebbero potuto iniziare anche prima. Comunque l’importante è che siano iniziati e che si riesca a terminarli entro la stagione delle piogge. A quanto mi riferiscono, la ditta sarebbe disponibile ad attivare immediatamente anche i lavori di rifacimento della tombinatura nel punto in cui si uniscono appunto il Fasceo e la Carendetta, ma pare che il Comune abbia problemi con Enel. Auspico quindi che il Comune riesca a prendere contatto con Enel in modo che quest’ultima possa indicare la collocazione dei cavi elettrici e i lavori di ritombinatura possano iniziare”.

“Abbiamo messo molto impegno per attivare queste risorse. Come assessore regionale ho seguito il progetto in tutte le sue fasi, al fianco delle categorie agricole, e sono molto contento che Regione abbia potuto finanziare l’opera. Spero, quindi, che la prossima stagione possa vedere il problema, quantomeno in quella zona, risolto” conclude l’assessore regionale.