Albenga, Rio Fasceo e Carendetta: partono i lavori di messa in sicurezza

Pelosi: “Si tratta di un'opera che andrà a mettere in sicurezza, dal punto di vista idrogeologico, un'area sulla quale insistono abitazioni e aziende agricole"

Cantiere rio Fasceo ad Albenga

Albenga | Ieri mattina il sindaco Riccardo Tomatis e l’assessore all’agricoltura Silvia Pelosi hanno effettuato un sopralluogo sul cantiere di messa in sicurezza di Rio Fasceo e Carendetta. Lo scorso 25 maggio era stato firmato ufficialmente il contratto per l’esecuzione dell’intervento e, contestualmente erano stati assegnati i lavori alla ditta S.A.S. Fratelli Vecchione che si è aggiudicata la gara proponendo un ribasso del 27,80% per eseguire quello che è il primo lotto funzionale finanziato attraverso i fondi PSR con 2,5 milioni di euro .

Il sindaco Riccardo Tomatis fa il punto sull’avvio dei lavori: “Durante il sopralluogo di ieri mattina abbiamo incontrato i responsabili della ditta aggiudicatrice della gara che hanno già predisposto il cantiere ed iniziato i lavori. Dalle loro parole è emersa la volontà di velocizzare il più possibile i tempi in modo da rendere l’area sicura dal punto di vista idrogeologico il prima possibile e recuperare il tempo perso per il blocco dei cantieri dovuto all’emergenza Coronavirus.

Questo per noi è importante per terminare primo lotto di lavori, quantomeno per quel che concerne la parte idraulicamente più importante prima della stagione invernale”. “Seguiremo da vicino i lavori in tutte le fasi esecutive e ringrazio la ditta S.A.S. Fratelli Vecchione per la disponibilità sin qui dimostrata. Questo è uno degli interventi simbolo della continuità amministrativa, e proprio per questo voglio ricordare il gran lavoro svolto dall’ex sindaco Giorgio Cangiano, e di collaborazione tra Enti”conclude il sindaco.

“La partenza di un intervento così importante, specie dopo questo periodo di lockdown, ritengo sia fondamentale per la nostra Città” commenta l’assessore all’agricoltura Silvia Pelosi: “Si tratta di un’opera che andrà a mettere in sicurezza, dal punto di vista idrogeologico, un’area sulla quale insistono abitazioni e aziende agricole che, purtroppo, in molti casi hanno già subito pesanti danni dal punto di vista economico in questo periodo e che, grazie a questi lavori per lo meno non dovranno più convivere con il timore di subire esondazioni e i conseguenti danni a ogni pioggia. Questo sarà un intervento importante e ce ne saranno molti altri, in particolare su rii e fossati. Su questo tema, infatti, stiamo portando avanti il progetto per la costituzione di un consorzio di bonifica”.