Albenga, incontro in Comune sul “Progetto Moli”

ancora e mare

Albenga | In concreto se ne riparlerà, secondo stime ottimiste, a settembre ma ieri mattina presso il Comune di Albenga si è tenuto un incontro operativo per la realizzazione del “Progetto Moli”, il cui primo lotto dei lavori ha trovato finanziamento a gennaio con il riparto dei fondi di protezione civile per l’annualità 2020 che rientravano nell’emergenza maltempo dell’autunno 2018.

Alla riunione erano presenti i rappresentanti dei Bagni Marini, l’associazione Faita (rappresentativa dei campeggiatori), l’ing. Gaggero che ha realizzato lo studio sui moli, i rappresentanti dell’amministrazione comunale, i tecnici e i dirigenti degli uffici comunali competenti. Durante l’incontro si sono discusse le modalità di realizzazione dell’intervento che porterà il rifacimento di alcuni moli e alla creazione di nuovi pennelli. Secondo il presidente del Consiglio comunale, Diego Distilo, “questo è un progetto molto importante sul quale ho svolto studi preliminari e approfonditi che andavano in sinergia con i progetti che l’Amministrazione Cangiano aveva già pensato e portato aventi. Attraverso il rifacimento dei moli, non solo riusciremo a difendere il litorale, ma rilanceremo Albenga dal punto di vista turistico/balneare. Quest’opera, che è già stata finanziata con 2,5 milioni di euro, dovrà essere assegnata entro settembre. Questo evidenzia ancor più il fatto che non siamo di fronte ad un libro dei sogni, ma a opere che verranno realizzate presto”.

Il Progetto Moli per Distilo “rappresenta il primo passo verso una rivalutazione completa di Viale che Guevara che comporterà, probabilmente, anche varianti al PUC. Albenga va vista da qui a 30 anni e dobbiamo lavorare per fare i modo di dare una possibilità ai nostri giovani, possibilità che, sviluppando l’aspetto turistico e balneare della nostra città, riusciremo a garantire.Questa Amministrazione sta mantenendo le promesse che abbiamo fatto questo perché siamo persone serie che lavorano unite per raggiungere importanti obiettivi e lo facciamo senza personalismi. Le polemiche le lasciamo a chi ha voglia di farle, mentre noi continuiamo a lavorare così come abbiamo sempre fatto.”

“Attraverso l’interveto sui Moli – è il commento del sindaco Riccardo Tomatis – non solo riusciremo a proteggere la nostra costa dalle mareggiate che, purtroppo, anche a causa del cambiamento climatico al quale stiamo assistendo, si verificano sempre più di frequente, ma riusciremo anche a proteggere le realtà esistenti, si creeranno nuove spiagge e riusciremo a valorizzare Viale che Guevara e le attività turistiche ivi esistenti”. Relativamente alla tempistica, si parla del prossimo autunno: “Questo intervento – spiega il sindaco tomati – essendo entrato nel ‘decreto mareggiata’ ed essendo quindi legato agli eventi calamitosi del 2018, prevede la possibilità di applicare procedure che prevedono tempi  più brevi rispetto a quelli ordinai. In questo modo riusciremo a stipulare il contratto per l’assegnazione dei lavori entro il prossimo settembre”.