Consiglio comunale di Albenga: approvato il Bilancio di previsione; investimenti per 17 mln di euro

Procede la trasformazione della Fondazione Oddi in Azienda Speciale; invarianza delle tariffe delle imposte, tasse e tariffe comunali rispetto all'anno precedente; investimenti previsti per oltre 16 milioni e mezzo di euro

Consiglio Comunale di Albenga

Albenga | Ultimo Consiglio comunale dell’anno ieri sera ad Albenga. In apertura dei lavori il coup de théâtre l’ha tentato il consigliere di minoranza e vicecapogruppo della Lega Roberto Tomatis che ha contestato la leggittimità della convocazione dell’assemblea e ha abbandonato l’aula. Nel suo tentativo di delegittimare l’operato del presidente del Consiglio, Tomatis ha dunque in buona sostanza proseguito la sua “strategia” polemica inaugurata già nella convocazione della seduta precedente. Il presidente Diego Distilo ha ribadito la correttezza formale della doppia convocazione dell’assemblea e il Consiglio è quindi proseguito senza altre interruzioni di rilievo.

offerteibslibri

La riunione dei capigruppo si è accordata per scorporare i primi 7 punti all’Ordine del giorno, che saranno ripresi una in seduta successiva; dopo la comunicazioni del sindaco sull’ultimo Allerta rossa maltempo, il Consiglio ha deliberato sui documenti economico-finanziari e sul Bilancio di previsione 2020-2022. Con l’astesione dei consiglieri Gerolamo Calleri e Riccardo Minucci e il voto contrario di Eraldo Ciangherotti è stata approvata la “Razionalizzazione periodica delle partecipazioni del Comune di Albenga”: nodo centrale era la trasformazione della Fondazione Oddi in Azienda Speciale, questione al centro di polemiche nelle scorse settimane. “La Fondazione – ha spiegato il sindaco Riccardo Tomatis – manterrà il suo scopo statutario, ma in essa vogliamo inserire un altro ramo che andrà ad occuparsi della gestione di servizi (anche piccoli inizialmente), che, fatti in house, potrebbero generare un risparmio per il Comune e magari un utile, da reinvestire nella finalità prima della Fondazione che è, e deve rimanere, la cultura”; l’azienda speciale potrà “assumere personale attraverso le liste del collocamento garantendo, il tutto nel principio della massima trasparenza, un tourn over di lavoratori”.

Il percorso è ancora lungo e nei prossimi mesi sarà meglio definito. I consiglieri di minoranza Calleri e Minucci hanno espresso apprezzamento per la posibilità di creare lavoro in un momento difficile per molti albenganesi e attendono gli sviluppi per dare un loro giudizio definitivo; Ciangherotti – tra i più critici – ha affermato di volere approfondire gli aspetti legali con il funzionario della Corte dei Conti con il quale si sta consultando l’amministrazione Tomatis. Più positivo l’intervento del presidente del Consiglio Diego Distilo: “Questa sarà un’azienda speciale al servizio di Albenga. Sono felice che da oggi possa partire questo percorso importantissimo e sarei felice di poter coinvolgere anche la minoranza in questo percorso” ha dichiarato.

Approvato Bilancio di previsione 2020-2022 e documenti correlati

Chiusa la questione “Fondazione Oddi”, il Bilancio di previsione 2020-2022 e tutti gli altri documenti economico-finanziari correlati erano le questioni più importanti all’ordine del giorno. Su questo, un’appunto polemico è arrivato dal presidente del Consiglio Distilo che ha elogiato la costante presenza in assemblea di Calleri e Minucci ma ha redarguito come inopportuna l’assenza del resto dei consiglieri di minoranza. Con soddisfazione la maggioranza ha invece voluto sottolineare che per la prima volta dall’entrata in vigore del Testo Unico degli Enti Locali (2000) il Consiglio è riuscito ad approvare il Bilancio “entro il termine di legge del 31 dicembre dell’anno precedente”.

L’assessore al Bilancio Silvia Pelosi ha ricordato “le direttive politiche e strategiche che l’amministrazione si è data e cioè: invarianza delle tariffe delle imposte, tasse e tariffe comunali rispetto all’anno precedente; mantenimento e, laddove possibile, miglioramento dei servizi offerti”, illustrando nel complesso i documenti. “Le tariffe delle principali imposte e tasse comunali (Imu, Tasi, Tari, Addizionale comunale all’IRPEF) sono rimaste invariate rispetto al 2019, anzi si è riusciti a confermare anche per l’anno 2020 la riduzione del 3% della tariffa della tassa sui rifiuti, deliberata lo scorso anno. Anche le altre tariffe a domanda individuale non hanno subito aumenti, fatto salvo un’adeguamento relativo all’imposta di pubblicità in ottemperanza alle vigenti normative con una riduzione per le superfici inferiori al metro quadrato ed un aumento per quelle superiori, al fine di agevolare il piccolo commercio e le attività artigianali e produttive di modesta entità”. “Nell’ambito dei servizi comunali a domanda individuale – ha proseguito l’assessore Pelosi – volevo far rilevare l’inserimento del campo solare che non veniva effettuato dal lontano 2016. Da notare che anche la tariffa approvata è rimasta la stessa dell’anno 2015, ultimo anno di realizzo del servizio. Infine, si è voluto esentare dal canone per il suolo pubblico le manifestazioni patrocinate dal Comune di Albenga di rilevante interesse pubblico, per le quali la Giunta Comunale abbia deliberato in tal senso, trasformando la riduzione del 70% in esenzione, al fine di favorire il loro sviluppo, attese le importanti ricadute che queste hanno sulla collettività in termini di maggiore crescita culturale, economica, turistica e sociale”. “Inoltre, merita di essere ricordata la costante riduzione del debito comunale che passa da 33.794.675,00 euro nel 2018 a 30.427.679,00 euro nel 2022″ ha puntualizzato Silvia Pelosi.

Il programma di lavori pubblici messi a bilancio è particolarmente “corposo”, con interventi per oltre 16 milioni e mezzo di euro. Dai banchi della minoranza il consiglier Ciangherotti ha lasciato l’assemblea prima della relazione dell’assessore Pelosi, dichiarando la sua incompatibilità a causa del contributo previsto a Bilancio per l’associazione Palio della quale fa parte; i consiglieri Calleri e Minucci pur apprezzando il re-inserimento del campo solare, hanno espresso perplessità e sui singoli punti hanno votato contro o si sono astenuti. Scettico in particolare il consigliere Gerolamo Calleri, secondo il quale il bilancio assomiglia un po’ – sue parole – “a un libro dei sogni”. Il sindaco ha replicato che si tratta di una definizione “impropria” e a suo parere invece il bilancio è ambizioso ma realistico. Nella sua relazione l’assessore Pelosi ha infine fornito anche un resoconto delle risorse che dovrebbero garantire la realizzazione delle opere (gli interventi, ha detto, sono finanziati da contributi dello stato per € 3.260.000, contributi regionali per € 8.151.000, assunzione di nuovi mutui per € 1.790.000 e risorse proprie del Comune – alienazioni, avanzi, oneri, ecc. – per € 4.355.000). effe

Il programma di investimenti previsti (per un totale di € 16.696.200,00)

RIFACIMENTO PIANI VIABILI E MARCIAPIEDI DEL CAPOLUOGO E DELLE FRAZIONI 500.000,00
MANUTENZIONE STRAORDINARIA COPERTURA ASILO NIDO VIA TORINO 152.000,00
MANUTENZIONE STRAORDINARIA EDIFICIO SCOLASTICO T. PACCINI 503.000,00
MANUTENZIONE STRAORDINARIA COPERTURA CORPO NORD SCUOLA MATERNA VIA DEGLI ORTI 320.000,00
ADEGUAMENTO NORMATIVO SCUOLE PACCINI – 650.000,00
ADEGUAMENTO CIMITERO DEL CAPOLUOGO – II LOTTO 200.000,00
CONSOLIDAMENTO E POTENZIAMENTO ARENILI 4.930.000,00
MESSA IN SICUREZZA RIO FASCEO E RIO CARENDETTA – 2.500.000,00
REALIZZAZIONE PISTA CICLABILE 600.000,00
RISPRISTINO FUNZIONALITÀ IDRAULICA – ADEGUAMENTO E MANUTENZIONE RII E CANALI 265.000,00
COLLEGAMENTO STAZIONE DI SOLLEVAMENTO DI VADINO ALLA STAZIONE DI SOLLEVAMENTO DI VIA CHE GUEVARA 2.681.200,00
OPERE DI DEMOLIZIONE IMMOBILI PER REALIZZAZIONE POLO SCOLASTICO 2.165.000,00
REGIMAZIONE ACQUE VIA RUSINEO IN FRAZIONE LUSIGNANO 150.000,00
RECUPERO EFFICIENZA ILLUMINOTECNICA IMPIANTO P.I. CENTRO STORICO – 440.000,00
SISTEMAZIONE PARCHEGGIO AREA TOMATI IN FRAZ. LUSIGNANO 600.000,00
La registrazione del Consiglio Comunale di Albenga – 21 Dicembre 2019

Ultima revisione articolo: