Elezioni Albenga, Ghiglione a Guarnieri: “Gestione del servizio idrico… ma di cosa stiamo parlando?”

LETTERE&INTERVENTI (di Tullio Ghiglione) – Sig.ra Guarnieri Tullio ghiglione new1 xG00potrebbe rispondere a due domande? Quando si fece eleggere tre anni fa aveva promesso sicurezza, ordine e pulizia degni di un paese scandinavo e tutti sanno come la città è stata ridotta.

Ora promette di far diventare pubblico l’acquedotto dicendo che dovrebbe essere eletta in quanto è riuscita ad organizzare il Comune. Di quale Comune parla?

Lo sa che per acquisire l’acquedotto il Comune dovrebbe pagare circa 6 milioni di Euro al Privato? Lo sa che bisogna pagare il privato perché lo stesso ha realizzato tubazioni che anche lei ha ordinato?

Lo sa che grazie a Vazio, Tabbò, Paliotto e Bertolotto la gestione degli acquedotti sarà unica e a direzione pubblica per tutta la provincia e i circa 6 milioni saranno pagati dal Gestore unico?

Mi sa dire dove intende e può prendere i circa 6 milioni di Euro visto che non è stata in grado di comprare neppure i fazzoletti per asciugare le lacrime ai dipendenti di EcoAlbenga: dipendenti che rischiano di perdere il posto di lavoro e prendono a singhiozzo lo stipendio grazie alla scelta brillante, sua e di Lugani, di affidarsi ad una ditta… per cui vorrei evitare di commentare.

Basta bugie. Se tutti i suoi assessori, di Forza Italia e appartenenti a liste civiche, nei tre anni in cui ha fatto il Sindaco, per vergogna di lei, via via se ne sono andati ci sarà pure una ragione?

È finita, lo creda… è finita, è ora di voltare pagina.

* Tullio Ghiglione – Ex consigliere comunale Pd Albenga

6 Commenti

  1. Ghglione, vatti un po’ a leggere questo allegato alla delibera con le trascrizioni degli interventi in consiglio del 6/6/2005… e anche a pagina 13, L’INTERVENTO DELLA GUARNIERI che fuga ogni dubbio e tacita ogni illazione sulla sua posizione riguardo all’acquedotto. Anzi la lettura dell’intervento fà ricordare alcuni particolari interessanti circa il dubbio in allora sul distinguo tra le condotte realizzate dal privato e quelle di poprietà pubblica, con evidente confusione e…tutti quei milioni sono davvero tanti!In quel momento decidere di affidare tutte quelle opere pubbliche al gestore non fu per caso un azzardo, sotto l’asapetto della previsone futura e di come soo andate a finir ele cose? Condotte realizzate dal privato su incarico della tua parte politica come il documento conferma.
    Documento che conferma il pensiero della Guarnieri, immutato a oggi.
    Come vedi una situazione complicata dove l’ultimo a poter fare la voce grossa è la tua parte politica, la stessa che cedette al privato e che poi a scadenza non riprese la gestione comunale.
    Ecco il documento:
    http://www.comune.albenga.sv.it/upload/albenga_ecm8/delibere/C00122005_1848_955.pdf

  2. Ma cosa dite tutti, ingrati, dopo che ci hanno salvato i posti di lavoro di Tirreno Power e quindi anche l’ambiente, l’ospedale pubblico, il tribunale, le sedi della pubblica sicurezza e adesso anche l’acquedotto, è questo il modo di ringraziare?
    Adesso che stanno trovando anche il modo di salvare il mondo del lavoro con il precariato a vita e si stanno attrezzando per salvare forse anche le pensioni delle vedove degli invalidi e dei non autosufficienti anziani e entro maggio salveranno anche l’euro da quegli scriteriati di anti europei populisti, avete anche il coraggio di criticare?
    Eh?

  3. Grazie alla privatizzazione della gestione dell’acqauedotto, fatta come noto dai compagni, molti anni fa se abbiamo adesso da fare pagare ai cittadini quei 6 milioni di euro. Si perchè quei soldi logicamente li dovranno pagare in bolletta i cittadini.
    Questi sono gli effetti postumi delle proivatizzaizoni, tienilo a mente bene tu che milòiti in un partito che si sbandiera e promette cose di sinistra e poi fa cose di destra…
    Poi, se la gestione dell’acqua sarà con controllo publbico ( e non si ved ecome potrebe essere altrimenti) lo si deve al risultato deel referendum popolare dove gli italiani hanno capito che aria tirava e, SENZA SUGGERIMENTI DEI PARTITI, hanno votato NO ALL’ACQUA AI PRIVATI.
    Oppure dovremo ancora sentirci dire “…abbiamo salvato anche l’acquedotto di Albenga!”
    ..tanto per essere precisi.

  4. Ghiglione è davvero fenomeno!! Saranno 15 anni che si barcamena come consigliere oggi di minoranza, domani di maggioranza poi di nuovo in minoranza e di lui ci si ricorda per cosa ????
    NULLA !!
    Non sarebbe il caso di lasciare il posto a qualcuno più preparato, più competente o semplicemente più voglioso di fare qualcosa per la città ?

  5. E speriamo che stavolta l’abbia capita! Basta prendere per i fondelli la gente! La signora è responsabile (insieme ad altri della sua parte) della situazione in cui versiamo, dal punto di vista dell’acqua e non solo.

I commenti sono bloccati.