Innovazione: svelati i tre vincitori della Smartcup Liguria 2022

Sono “La Fattoria di Pol”, “Hodlie” e “BiSTEMS” i vincitori della decima edizione di SMARTcup Liguria, il concorso per idee imprenditoriali generate da spin-off universitari e start-up imprenditoriali di Regione Liguria e organizzato da Filse.
L’edizione 2022, aperta dal presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e dal Rettore dell’Università degli Studi di Genova Federico Delfino, è stata presentata dal vicedirettore generale di Filse Maria Nives Riggio ed ha visto i 7 finalisti, selezionati fra i 15 arrivati alla fine del percorso che ha coinvolto complessivamente 67 idee imprenditoriali, sfidarsi con il metodo dell’elevator pitch. Presenti anche l’onorevole Luca Pastorino e il vicepresidente del Consiglio regionale Armando Sanna.

Nei tre minuti a disposizione, ciascun finalista ha presentato la propria idea di impresa per convincere la giuria e gli investitori che il loro progetto fosse il migliore.
I tre progetti vincitori sono stati premiati dall’assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti e dal presidente di Filse Lorenzo Cuocolo. Ad aggiudicarsi la categoria “Clean Tech & Energy” e il premio assoluto di SMARTcup Liguria 2022 è stata “La Fattoria di Pol”, vincitrice anche della menzione speciale “Climate Change”. Un’idea che coniuga due grandi rivoluzioni agricole, quella del filo di paglia e quella dell’innovazione tecnologica, per la creazione di un modello di azienda agricola sostenibile in cui si produce energia e si recuperano gli scarti organici di filiera. Nella serra aeroponica ideata da Paolo Gazzotti le piante crescono con le radici libere in canaline, nebulizzate da una soluzione nutritiva studiata per fornire al basilico tutto ciò di cui ha bisogno, consumando il 97% di acqua e il 60% di fertilizzanti in meno.

A trionfare nella categoria “ICT” è stata “Hodlie”, piattaforma finanziaria che, grazie ad algoritmi di intelligenza artificiale, permette agli utenti di fare trading automatico sulle criptovalute. Uno strumento d’investimento gratuito e semplice da utilizzare soprattutto per chi non ha esperienza nel mondo degli investimenti e dei mercati finanziari.
BiSTEMS è il vincitore invece della categoria “Industrial”, grazie a una tecnologia di gassificazione ad ossigeno-vapore che permette la conversione di biomasse legnose residuali, disponibili a basso costo, in un gas di sintesi adatto alla produzione di bio-carbuaranti ad alto tenore di idrogeno e a bassissima concentrazione di azoto.

Le idee sono state votate anche dal pubblico che ha, con le sue preferenze, conferito il “Premio Speciale del Pubblico Marco Paganuzzi” a “BiSTEMS”, tecnologia per la trasformazione di biomasse legnose in carburante ecologico.
Anche l’Università di Genova ha proclamato i suoi tre vincitori della STARTCUP UNIGE, analoga iniziativa che si svolge in contemporanea con SMARTcup con importanti premi in denaro, che sono andati a “Hodlie”, “TapAndFish” ed “E-WHEELS”. Sono stati inoltre conferiti ulteriori premi collaterali da parte dei numerosi partner dell’iniziativa.

“Quella di quest’anno è un’edizione particolarmente significativa – commenta il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – perché segna una fase di rilancio della nostra regione e del Paese, dopo gli anni durissimi della pandemia, durante i quali questo progetto non si è mai fermato, a riprova della vitalità e della voglia di fare impresa di questo territorio. Questa decima edizione è una tappa importante per tracciare un bilancio dei risultati ottenuti: basti pensare che dal 2013 ad oggi sono stati valutati 335 progetti imprenditoriali presentati da 887 proponenti, di cui circa la metà donne. Di questi progetti, 55 si sono trasformati in attività economiche, creando posti di lavoro e valore aggiunto per il territorio. Traguardi raggiunti grazie anche all’indispensabile supporto degli esperti di Filse che anche quest’anno hanno guidato i 67 aspiranti imprenditori nella definizione delle loro idee e continuano a supportare le startup dal punto di vista finanziario, logistico e della consulenza: l’elemento qualificante di questo progetto è la collaborazione tra diversi soggetti tra cui l’Università di Genova, che svolge un ruolo fondamentale per lo sviluppo di spin off dalla ricerca universitaria. Questo lavoro prosegue – conclude Toti – per vincere nuove sfide, tra cui la creazione, insieme a Liguria Digitale, di una piattaforma interattiva dedicata alle startup e alle idee innovative imprenditoriali anche nell’ottica della partecipazione ai bandi europei del prossimo settennato 2021-2027”.

“Il sostegno alla crescita della cultura d’impresa e il trasferimento della ricerca e dell’innovazione sono punti caratterizzanti della mission di Regione Liguria – sottolinea l’assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti – SMARTcup, giunta oramai alla sua decima edizione, si conferma un percorso generativo che sosteniamo con convinzione per mettere in relazione la creatività dei ricercatori e degli studenti con le opportunità d’innovazione a livello regionale e nazionale facendo leva sulla forza della collaborazione per cogliere le sfide del presente e costruire il futuro. È sempre bello ascoltare il loro entusiasmo e le loro interessanti prospettive di sviluppo. Come fatto in passato, con la nuova programmazione Por Fesr 2021-2027 rafforzeremo il nostro impegno per accompagnare le idee d’impresa a diventare vere e proprie aziende”.

“L’obiettivo di Filse è creare le condizioni ideali per agevolare l’emersione di buone idee provenienti dagli innovatori del territorio, accompagnandoli nello sviluppo della loro idea – spiega il presidente Lorenzo Cuocolo – I tre vincitori potranno infatti, a titolo gratuito, essere inclusi per 6 mesi nel percorso di incubazione e di tutoraggio finalizzati alla creazione della loro impresa, presso i locali del Bic di Genova e Savona”.
“Mi fa molto piacere constatare anche quest’anno l’alto numero di adesioni a SMARTcup, un’eccellente vetrina per i giovani talenti e le loro proposte su temi portanti per lo sviluppo del territorio ligure e del Paese: ICT, Clean-tech & Energy e Industrial. Stiamo vivendo un’epoca di transizioni: digitale, ecologica, energetica. Le transizioni si fanno con solide e adeguate competenze -ma si fanno anche con una buona dose di coraggio, iniziativa e creatività. I nostri giovani hanno tutto ciò: credo molto nel loro potenziale per imprimere una decisiva svolta al processo di innovazione che tutti noi auspichiamo” ha dichiarato Federico Delfino, Rettore dell’Università di Genova.

Durante l’evento è stato inoltre assegnato a pari merito a “Hiro Robotics” e “Bluenergy Revolution” il premio SMARTcup PLUS 2022, dedicato alla PMI innovativa dell’anno e promosso dal network SMARTNET che include attualmente una sessantina di aderenti tra le principali startup e PMI innovative liguri.
Appuntamento ora al PNI – Premio Nazionale per l’Innovazione, promosso dalla rete nazionale degli incubatori di impresa universitari (PNICube), in programma a L’Aquila l’1 e 2 dicembre, un’importante vetrina nazionale dove i finalisti liguri si misureranno con quelli delle altre regioni.