Regione Liguria, giornata savonese del presidente Toti: visita ai borghi

È iniziata questa mattina la giornata savonese del presidente di Regione Liguria Giovanni Toti che, dopo la visita ad alcuni dei borghi della Provincia, tra le ‘Bandiere Arancioni’ o inseriti tra i ‘Borghi più belli d’Italia’, oggi pomeriggio alle 17 sarà nella sede della Provincia a Savona per l’incontro con I sindaci e gli stakeholders, insieme al presidente della Provincia di Savona Pierangelo Oliveri, agli assessori della Giunta regionale, al direttore generale di Agenzia in Liguria Matteo Garnero, al direttore generale di Anci Pierluigi Vinai.

La prima tappa è stata a Castelvecchio di Rocca Barbena, dove, accompagnato dal sindaco Marino Milani, il presidente Toti ha visitato il borgo medievale ‘Bandiera Arancione’ per l’accoglienza di qualità e per l’eccellenza in termini ambientali, culturali ed enogastronomici. Qui Regione Liguria ha finanziato un intervento infrastrutturale nella centralissima Via Roma, con un investimento di 350mila euro.
“Sostenere i nostri borghi – afferma Toti – è fondamentale per valorizzare il nostro bellissimo entroterra, meta sempre più affermata di turisti sia italiani sia stranieri, alla scoperta di luoghi autentici, ricchi di storia e tradizioni e in grado di offrire un’accoglienza di qualità, anche sotto i profili del rispetto dell’ambiente e dell’enograstronomia. Per questo, dopo il successo della campagna di promozione estiva dedicata alle Bandiere Blu, abbiamo deciso di realizzare l’iniziativa ‘Un mare di borghi’ per valorizzare questo straordinario e patrimonio, unico al mondo”.

Toti è arrivato ora a Zuccarello, accolto dal sindaco Claudio Paliotto. Inserito nel circuito dei ‘Borghi più belli d’Italia’, è un luogo d’incanto, talmente unico da aver ottenuto una copertina sul Time negli anni Sessanta.
Presenti anche i consiglieri regionali Angelo Vaccarezza e Stefano Mai.
A seguire, la visita Colletta di Castelbianco, unico borgo ligure ad aver ottenuto la Bandiera Verde di Legambiente, simbolo di rispetto dell’ambiente. Oggi, dopo un poderoso intervento di recupero, il borgo medievale è caratterizzato da case e scale di pietra e vicoli totalmente restaurati, tra i terrazzamenti di ulivi e ciliegi della valle.