Consiglio regionale, Muzio: “Finanziamenti certi e stabili per il servizio civile nelle Pubbliche Assistenze”

Regione Liguria- Claudio Muzio - pubbliche assistenze

È stato approvato all’unanimità in Consiglio regionale l’ordine del giorno 102 presentato da Claudio Muzio (FI- Liguria Popolare) che impegna la giunta ad attivarsi in Conferenza Stato-Regioni affinché il Servizio civile prestato presso le Pubbliche assistenze venga promosso nelle valutazioni nazionali anche con un confronto con il Dipartimento nazionale per il Servizio civile per una revisione del Decreto legislativo 20 del 2017 istitutivo del Servizio civile universale. Nel documento si ricorda che il decreto del capo del Dipartimento delle politiche giovanili e Servizio civile n.18 del 13 gennaio 2021 ha stabilito che sono finanziati per il 2020 ulteriori 159 programmi di servizio universale che saranno realizzati in Italia e all’estero per l’impiego di 8.811 operatori volontari e che fra gli interventi sono compresi quelli presentati dalle pubbliche assistenze.

L’assessore ai servizi sociali Ilaria Cavo ha sottolineato che il problema posto nell’ordine del giorno è stato superato, ma che merita comunque attenzione l’impostazione in quanto occorrerà nella Conferenza Stato-Regioni una richiesta di revisione della legge. L’assessore ha comunque dato parere favorevole al documento. Sergio Rossetti (Pd-Articolo Uno) ha chiesto alcune modifiche che sono state accolte dal proponente.

“Il servizio civile nelle Pubbliche Assistenze – ha dichiarato il consigliere Muzio a margine della seduta – rappresenta, oltre ad una straordinaria esperienza formativa per coloro che lo svolgono, anche un importante supporto per l’attività di queste associazioni. Nel mese di dicembre – prosegue – vi è stato il rischio concreto che molti progetti presentati dalle Pubbliche Assistenze, anche liguri, rimanessero esclusi dall’erogazione delle risorse annuali, assegnate a seguito di un apposito bando. Tale rischio è stato scongiurato con il Decreto del capo del Dipartimento Politiche Giovanili e il Servizio Civile del 13 gennaio, che integrando i Decreti di dicembre ha finanziato per il 2020 ulteriori 159 programmi di servizio civile universale, tra cui quelli delle Pubbliche Assistenze liguri. Questo risultato è stato raggiunto grazie alle iniziative messe in campo da ANPAS, Croce Rossa e dalla Regione, a cui ho cercato di portare il mio contributo promuovendo un apposito ordine del giorno in Consiglio”.

“Tra i progetti finanziati – sottolinea ancora Muzio – voglio ricordare quelli presentati il 16 gennaio scorso presso il Comitato Croce Rossa di San Salvatore di Cogorno, che coinvolgono anche i Comitati di Chiavari, Riva Trigoso, Cicagna e Gattorna, interessano complessivamente 48 ragazzi e di cui è evidente la grande valenza per la comunità”. “Quello che ora è necessario fare è proseguire nel percorso intrapreso dall’Assessorato regionale affinché, anche con una adeguata modifica normativa a livello nazionale, il servizio civile nelle Pubbliche Assistenze sia valorizzato e promosso come merita e quindi finanziato in modo stabile e certo dal bilancio statale, creando una corsia a ciò specificamente dedicata”, conclude il capogruppo di Forza Italia – Liguria Popolare.