Albenga: protezione civile e polizia locale alle fermate dei pullman per evitare assembramenti

prot. civ e polizia locale alle fermate 2

Ritorno sui banchi di scuola oggi per il 50% dei ragazzi delle scuole superiori di secondo grado. L’atmosfera quella del primo giorno di scuola. La voglia di incontrarsi è stata sicuramente molta per gli studenti che, però, hanno dovuto fare i conti con le norme sul distanziamento sociale.
Davanti alle scuole la competenza per cercare di evitare assembramenti è degli Istituti Scolastici che si sono organizzati scaglionando gli orari di ingresso e attivando i mobility manager, ragazzi che sono stati formati e ai quali è stato assegnato il compito di informare i propri compagni sulle norme e le regole di comportamento da tenere al fine di evitare possibili situazioni di contagio.

Il Comune di Albenga, a fronte delle difficoltà rappresentate in particolare a gestire la situazione alle fermate dei pullman all’uscita da scuola ha deciso di apportare il proprio contributo mettendo in campo Protezione Civile e Polizia Locale.

Marta Gaia, assessore ai servizi scolastici: “Questi primi giorni ci serviranno per monitorare la situazione e verificare se e dove si potrebbero presentare problematiche. La Protezione civile e i vigili urbani, oltre ad invitare i ragazzi a mantenere le distanze e utilizzare le mascherine, avranno il compito di rapportarsi con le Istituzioni e la TPL per valutare la migliore gestione possibile del servizio di trasporto. Dopo questi primi giorni saremo in grado di avere un quadro della situazione e valutare l’opportunità di richiedere eventuali accorgimenti al servizio di trasporto.”

Aggiunge il sindaco Riccardo Tomatis: “Con Amministrazione abbiamo deciso di attivare la Protezione Civile e la Polizia Locale al fine di valutare, in questi primi giorni, la situazione presente sul territorio. La collaborazione ricevuta è stata immediata e ringraziamo per questo tutti i volontari che si sono attivati, la polizia locale e TPL per la collaborazione dimostrata. Ricordiamo che il servizio di monitoraggio è stato attivato per l’uscita da scuola valutando che al mattino i ragazzi scendono dall’autobus e si incamminano in direzione dei propri Istituti Scolastici senza creare assembramenti prolungati, mentre è durante l’attesa dei pullman che potrebbero verificarsi assembramenti alle fermate”.

Presente al sopralluogo di oggi Martina Isoleri consigliere delegato al volontariato che ha colto l’occasione per ringraziare tutti i volontari che con dedizione hanno impiegato il loro tempo in questo servizio.

Speciale IBS leggere l’attualità. Una selezione di libri che aiutino a decifrare ciò che accade in Italia e nel mondo e capire i temi più caldi del momento