Spiagge, Campomenosi (Lega) a Ue: “Commissione fermi procedura d’infrazione all’Italia, Governo chiarisca presto”

Marco Campomenosi - europarlamentare Lega

Bruxelles | Marco Campomenosi, europarlamentare ligure della Lega, capo delegazione della Lega al Parlamento Europeo, firmatario dell’interrogazione presentata dagli europarlamentari Lega alla Commissione Europea. “La Commissione Europea – dice Campomenosi– fermi la procedura d’infrazione all’Italia su concessioni demaniali di spiagge e stabilimenti balneari. In piena pandemia, anziché pensare a modalità con cui sostenere le aziende e le famiglie in difficoltà per la crisi, l’Ue ha inviato una lettera di messa in mora all’Italia sull’estensione delle concessioni marittimo-demaniali”.

“La Commissione commette un grave errore, non solo politico, ma anche nel merito: la legge 145/2018 associa all’estensione quindicennale l’avvio di una contestuale opera di riforma del demanio marittimo, senza la quale è impossibile stabilire i termini di applicazione della direttiva Ue alle concessioni. Abbiamo presentato un’interrogazione prioritaria alla Commissione per chiedere di rivedere, anche in ragione della gravissima crisi economica che ha colpito il settore turistico, la scelta di inviare la lettera di messa in mora all’Italia, nonché per chiedere di sollecitare il Governo italiano – che deve fare immediatamente chiarezza – a procedere alla riforma del demanio marittimo, contestualmente all’estensione quindicennale delle concessioni. La Lega continua a difendere gli interessi degli italiani, mentre il Governo Conte persiste a non fare nulla, rendendosi colpevolmente complice dell’atteggiamento Ue” conclude la nota dell’europarlamentare ligure.


SU IBS SONO TORNATI I SALDI D'ESTATE!
Migliaia di prodotti in offerta! Centinaia di proposte per la casa, libri, film, musica, giochi, elettronica e hi-tech con sconto fino a -60%