Liguria in zona arancione? Cia, ora i prodotti arrivano dal campo alla tavola

Aldo Alberto - Cia Liguria

Savona / Albenga | Sono 96 ( e altre si stanno aggiungendo) le imprese agricole iscritte a Cia Liguria che hanno aderito a questa iniziativa nazionale di Cia Agricoltori Italiani per consentire a tutti, anche in questo momento di grande emergenza per il Paese, di acquistare e consumare i prodotti genuini della terra.

“È con questo spirito che le donne, i giovani e tutte le aziende agricole associate a Cia stanno consentendo, soprattutto ad anziani e soggetti a rischio, di non privarsi dei prodotti tipici del territorio, frutto del lavoro incessante degli agricoltori liguri – sottolinea Aldo Alberto, presidente di Cia Liguria -. Una formula a Km. 0 ormai operativa da mesi che permette di creare un servizio ancor più importante in un momento di chiusura di bar e ristoranti, di dare ulteriori garanzie alle fasce più a rischio durante la pandemia e parallelamente sostenere l’economia agricola ligure”.

Una procedura di prenotazione che guarda con attenzione alla sicurezza dei consumatori. Occorre infatti  concordare  una “parola d’ordine” da utilizzare alla consegna dei prodotti.  E aprire la porta di casa per la consegna e il pagamento dei prodotti richiesti, solo dopo averla sentita ripetere al momento della consegna.

Il sevizio è disponibile al link https://iprodottidalcampoallatavola.cia.it/home-page/liguria : si trova l’elenco, suddiviso per provincia,  delle aziende disponibili ad effettuare la vendita con consegna a domicilio non solo dei prodotti freschi, ma anche di piatti pronti preparati dagli Agrichef delle aziende agrituristiche, fiori recisi ed in vaso, piantine aromatiche e piante ornamentali per abbellire e colorare le case ed i balconi.