In Liguria da gennaio a settembre 2020 le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate del 25,5%

ruote di autocarri

Savona / Genova | Da gennaio a settembre 2020 in Liguria le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate del 25,5% rispetto allo stesso periodo del 2019. In particolare le immatricolazioni di autobus sono diminuite del 12,5%, quelle di autocarri per il trasporto merci del 27,4%, quelle di autoveicoli speciali del 12,2% e quelle di trattori stradali o motrici del 34,3%. Questi dati derivano da un’elaborazione del Centro Studi Continental su dati Aci. Pesa su questi dati il blocco delle attività produttive e di trasporto nei mesi del lockdown a causa dell’emergenza Coronavirus.

L’elaborazione del Centro Studi Continental fornisce anche i dati a livello provinciale. In generale, le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate in tutte le province liguri, come dimostrano i dati negativi di Genova (-33,3%), La Spezia (-15,6%), Savona (-14,5%) e Imperia (-12,1%).

Nel comparto delle immatricolazioni di autobus spicca il dato positivo di La Spezia (+600%), che è però accompagnato da una diminuzione del 55,6% a Imperia, del 50% a Savona e del 28,1% a Genova. Sono tutti in calo, invece, i dati relativi alle immatricolazioni di autocarri; si va dal -13,2% di Savona, al -14,1% di Imperia, al -15% di La Spezia per arrivare al -36,6% di Genova. Nel comparto degli autoveicoli speciali le immatricolazioni sono positive solo a Imperia (+2,3%). Anche nel comparto dei trattori stradali, infine, dati positivi sulle immatricolazioni nei primi nove mesi del 2020 sono stati registrati solo a Imperia (+60%).

Da gennaio a settembre 2020 in Italia le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate del 23,1% rispetto allo stesso periodo del 2019. In particolare le immatricolazioni di autobus sono diminuite del 23,7%, quelle di autocarri per il trasporto merci del 24,5%, quelle di autoveicoli speciali del 12,8% e quelle di trattori stradali o motrici del 27,4%. La regione in cui le immatricolazioni di veicoli pesanti per il trasporto di merci e persone sono calate di più è il Friuli Venezia Giulia (-35,2%), con Lombardia (-30,1%) e Toscana (-29,7%) alle spalle. Invece le regioni che hanno fatto registrare le performance meno negative sono Piemonte (-16,7%), Calabria (-12,4%) e Sicilia (-11,8%).


SU IBS SONO TORNATI I SALDI D'ESTATE!
Migliaia di prodotti in offerta! Centinaia di proposte per la casa, libri, film, musica, giochi, elettronica e hi-tech con sconto fino a -60%