Covid, senatrice Botto (M5S): “avviare celermente iter per voto a distanza”

Roma | “La positività al Covid-19 di due colleghi del Senato, ai quali auguro una pronta guarigione, rende oggi più che mai urgente la questione del voto a distanza “ dichiara la senatrice M5S Elena Botto.

“In un momento così importante per il Paese, dove il fattore tempo è certamente centrale, non possiamo certo pensare di bloccare i lavori dell’Aula. Il rischio è che si rallenti o, peggio, si paralizzi il sistema parlamentare. In merito, avevo depositato una proposta di modifica del regolamento per il voto online”.

“Nel caso di urgenze indifferibili ed eccezionali, previo parere unanime della Giunta per il Regolamento, ho proposto che il Presidente del Senato consenta l’espressione del singolo voto a distanza con il sistema telematico, sia nelle Commissioni permanenti che in Assemblea, con modalità idonee a garantirne la libertà e l’identità di ogni singolo Senatore”.

“Auspico dunque si accolga la proposta di modifica per permettere il voto a distanza in caso di: dichiarazione dello stato di emergenza nazionale ovvero in caso di un pericolo imminente che minaccia il Paese; di gravidanza, maternità, paternità o malattia grave che impediscano lo svolgimento della funzione parlamentare, e tenuto conto delle circostanze particolari che lo giustificano; o di forza maggiore, qualora eventi di eccezionale gravità minaccino in maniera immediata il regolare svolgimento dei lavori dell’Assemblea e delle Commissioni”, conclude Botto.