Albenga, vendita isola Gallinara: il sindaco Tomatis chiede incontro con il Soprintendente

"Il Comune è pronto a fare la parte di sua competenza, ma, in considerazione dell’importanza dell’operazione, sarebbe auspicabile una collaborazione tra Ministero, Regione e Comune al fine di tornare in possesso della Gallinara"

Il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis

Albenga | Di questa mattina la notizia relativa alla vendita dell’Isola Gallinara all’imprenditore ucraino Olexandr Boguslayev. A tal proposito il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis si è “immediatamente attivato al fine di valutare la questione in tutti i suoi aspetti tecnico/legali e non solo”. Oggi, infatti, si presenta una grande opportunità, quella, da parte del Ministero, Regione e Comune di poter esercitare il diritto di prelazione riportando così la Gallinara ad essere un bene pubblico e, quindi, fruibile da tutti.

Spiega il sindaco Tomatis: “Sono state delle ore concitate nelle quali ho avuto continui contatti con la Soprintendenza che ha confermato di aver ricevuto la formale denuncia di alienazione dell’isola Gallinara. Da questo momento scatteranno i termini per l’esercizio del diritto di prelazione sul bene, diritto esercitabile dal Ministero e, a seguire, dagli Enti Territoriali di riferimento”.

“A questo punto diventa necessario e urgente un incontro con il Soprintendente per intraprendere tutte le strade possibili al fine di esercitare tale diritto. Il Comune è pronto a fare la parte di sua competenza, ma, in considerazione dell’importanza dell’operazione, sarebbe auspicabile una collaborazione tra Ministero, Regione e Comune al fine di tornare in possesso della Gallinara e farla diventare un bene fruibile da tutti” conclude il sindaco di Albenga.