Albenga vendita dell’isola Gallinara, sindaco Tomatis: “Molti aspetti devono ancora essere valutati”

L'isola Gallinara è un’area di massima conservazione e, quindi, in ogni caso, non può essere oggetto di speculazioni edilizie

Biodiversità - Area protetta Isola Gallinara di Albenga

Albenga | Il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis commenta la notizia relativa alla vendita dell’isola Gallinara (privata dal 1842) a un imprenditore ucraino, Olexandr Boguslayev.

Afferma il primo cittadino: “Ho appreso la notizia della vendita dell’Isola Gallinara e, in stretta collaborazione e in continuo contatto e dialogo con gli Enti preposti, ci stiamo già attivando al fine di esaminare tutti gli aspetti procedurali della vendita. L’atto, infatti, dovrà essere trasmesso alla Sovrintendenza e comunicato al Ministero, se questo rinuncerà potranno esercitare la prelazione gli Enti Territoriali. Molti aspetti, quindi, devono ancora essere valutati.” “Detto questo – aggiunge il sindaco – siamo disponibili a un proficuo dialogo e alla piena collaborazione con la futura proprietà dell’isola, collaborazione volta alla valorizzazione di un bene che per Albenga e l’intero comprensorio è di fondamentale importanza”.

Il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis

Il sindaco Tomatis inoltre precisa che “l’isola Gallinara è un’area di massima conservazione e, quindi, in ogni caso, non può essere oggetto di speculazioni edilizie”.

Il Comune di Albenga, attraverso il PSR 2014/2020 – in particolare alla sottomisura “Piani di tutela e di gestione dei siti di Natura 2000” – ha ottenuto i finanziamenti volti a predisporre il Piano dell’area protetta “Riserva naturale regionale Isola Gallinara” e il “Piano di Gestione della Zona di Conservazione Speciale” il primo della somma di circa 48.384 euro e il secondo circa 47.134 e che durante il consiglio comunale dello scorso venerdì 31 luglio queste somme sono state inserite nella variazione di bilancio.

Conclude il sindaco Riccardo Tomatis: “L’isola Gallinara è un bene unico che va tutelato e valorizzato attraverso progetti dedicati che tengano conto dell’importanza che riveste dal punto di vista naturalistico. Sarebbe bello valorizzare la Gallinara anche nell’aspetto che riguarda la sua parte sentieristica che è assolutamente unica”.