Savona, Pd: “cordoglio per la scomparsa di Angelo Carossino”

"Siamo vicini alla famiglia, in questo momento di dolore che però si accompagna alla consapevolezza che il ricordo di Angelo Carossino resterà vivo nella sinistra ligure”

Savona | “Con la scomparsa di Angelo Carossino, ci lascia un pezzo importante della storia della sinistra savonese e genovese del dopoguerra” è il messaggio di cordoglio del Gruppo PD Regione Liguria, della Federazione provinciale e del Coordinamento comunale PD Savona.

“Carossino è stato una delle figure più autorevoli in Liguria della tradizione riformista e di governo del PCI, nonché esponente di spicco di quella generazione di operai che, dopo aver partecipato alla Resistenza, ha saputo farsi classe dirigente. Nato nel 1929, mosse si formò a Genova e si trasferì a Savona negli anni ’50. Qui fu vicesegretario provinciale e poi, dal 1958 al 1967, sindaco della città. In quella veste diede l’avvio al progetto del Piano Regolatore Intercomunale del Savonese (PRIS), uno strumento urbanistico che sarebbe considerato innovativo anche oggi, per il suo sforzo di vedere la programmazione urbanistica in modo comprensoriale, senza chiudersi entro i confini comunali”.

“In seguito tornò a lavorare nel capoluogo ligure, nominato segretario regionale del PCI, eletto per due volte consigliere regionale nel collegio di Genova, dove prima fu capogruppo (1970-1975), poi Presidente della Giunta regionale (1975-1979). In seguito fu eletto al Parlamento Europeo per due legislature (1979‐1989). Negli ultimi anni, tornato stabilmente ad Albisola Superiore dove viveva con la famiglia, aveva continuato senza incarichi a dare il proprio contributo di idee. Siamo vicini alla famiglia, in questo momento di dolore che però si accompagna alla consapevolezza che il ricordo di Angelo Carossino resterà vivo nella sinistra ligure”.