“Il Respiro del Tempo”, un’originale mostra via Internet

Gli oggetti non sono mai neutri. Simbolici di un periodo, un affetto, un
desiderio, un malessere o una memoria, sono al centro di reti di relazione
che ci aiutano a conoscere la realtà e noi stessi.
La mostra virtuale IL RESPIRO DEL TEMPO. OGGETTI D’AFFEZIONE
DURANTE IL COVID-19 espone una trentina di oggetti, corredati da una
personale narrazione, diventati significativi durante la lunga pandemia 2020. Ad
inviarli, attraverso una call lanciata dal gruppo facebook Mirabilia, sono
stati uomini e donne – di varie età e professioni – provenienti da Italia,
Canada, Grecia, Lituania, Spagna e Svezia.

2 1

Un curioso progetto antropologico ideato per confrontarsi e fronteggiare
assieme il periodo di lockdown, timore e incertezza che ci siamo appena
lasciati alle spalle (ci auguriamo definitivamente) e per lasciare ai posteri –
attraverso la rete informatica – una testimonianza che consenta di
ricostruire e visualizzare, nei secoli a venire, il ‘sentire’ collettivo, l’aria che
tira o, per l’appunto, “il respiro” di questo tempo.

3 1

Oggetti che sottolineano un “dentro” e un “fuori”, un “prima” e un “adesso” sospeso. Le sbarre alla finestra che un tempo tenevano al sicuro da ogni intrusione, ora si fanno pesanti perché riflettono l’idea di essere in trappola pur se nel contempo consentono di vedere com’è il mondo “dall’altra parte”. Le pantofole di lana e gli zoccoli estivi che dialogano attraverso una porta a vetri rimandano a un tempo che verrà, ciclico e tenace come il tempo della natura, racchiuso in una piantina di basilico vittoriosamente sopravvissuta all’ inverno

D’altronde a decretare la differenza tra l’essere e il non essere è proprio il respiro, insidiato in questo tempo pandemico da un nemico micidiale e invisibile, celebrato in tutti i rimandi, reali e onirici. Il movimento ritmico del diaframma è insieme stasi e movimento, fissità e rinnovamento. Il respiro cercato dalla corritrice svedese quando si inerpica sui boschi con i suoi stivali di gomma è parte di un respiro globale che ingloba tutti i regni della natura, umanità e oggetti compresi: è il respiro del tempo, il nostro tempo, lasciato a imperitura memoria.



La mostra Il respiro del tempo. Oggetti d’affezione durante il Covid
19 sarà visibile dal 15 giugno al 15 settembre 2020 sul
sito www.respirodeltempo.it.
Per info e contatti: culturaemirabilia@gmail.com

5

MIRABILIA è un gruppo in continuo divenire formato da persone riflessive impegnate in diversi ambiti
culturali che si incontrano e confrontano attraverso l’omonima pagina Facebook.