Carrefour, prorogata al 30 giugno 2021 la vigenza della contrattazione integrativa

Vincenzo Dell’Orefice

Savona / Roma | Prorogata al 30 giugno 2021 la vigenza del contratto integrativo aziendale applicato ai 20mila dipendenti della multinazionale francese della grande distribuzione organizzata presente in Italia con 50 Ipermercati, 406 Supermercati Carrefour Market, 602 punti vendita di prossimità Carrefour Express, 13 Cash and Carry Docks Market e GrossIper e 3 punti vendita Supeco. I sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs e la direzione aziendale hanno sottoscritto l’accordo di proroga del Cia del Gruppo con l’obiettivo di avviarne successivamente la fase di rinnovo.

RobertoMichels

Per il segretario nazionale della Fisascat Cisl Vincenzo Dell’Orefice «aver definito con la direzione di Carrefour la proroga della contrattazione integrativa è un fatto positivo soprattutto in un passaggio molto delicato per la grande distribuzione organizzata e alla vigilia della apertura di una delle fasi più complesse del rinnovo dei contratti nazionali di lavoro applicati al settore della distribuzione commerciale dove complessivamente operano circa 2milioni e 400mila addetti». «Con la sottoscrizione dell’intesa – ha concluso il sindacalista – si riafferma il principio che anche in una situazione di crisi e di difficoltà non serve comprimere i diritti, le tutele e le garanzie dei lavoratori ma che anzi è necessario, alle aziende prima che ad altri, poter contare sull’apporto dei lavoratori per far fronte alle sfide del mercato».

Ultima revisione articolo:

ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO