Nuove prospettive di sviluppo per filiere verdi liguri

Savona / Sanremo | Seconado Coldiretti Liguria gli utilizzi alternativi di lavanda, gemme e funghi, studiati nel progetto Finnover per la produzione e commercializzazione di prodotti fitosanitari e nutraceutici/terapici ad uso umano, in un’ottica di green economy a 360 gradi: il trasferimento di conoscenze e competenze tra il mondo della ricerca e le piccole-medie imprese, può consolidare l’avvio, anche in Liguria, di nuove filiere economiche rispettose dell’ambiente e che sfruttino le biodiversità peculiari del territorio. 

RobertoMichels

Finnover (Strategie Innovative per lo sviluppo di Filiere Verdi transfrontaliere), sostiene Coldiretti Liguria, «può avere nella messa a punto di processi innovativi impattanti sul territorio transfrontaliero e sull’economia delle imprese presenti. Il progetto finanziato del Programma Europeo di cooperazione transfrontaliera Interreg IV Francia-Italia (ALCOTRA) che ha come Capofila di progetto l’Istituto Regionale per la Floricoltura (IRF), inizia ora una serie d’incontri con le imprese, il mondo del commercio e le amministrazioni, sui possibili impieghi delle quattro filiere studiate, nello specifico: filiera “Gemme” che affronta la valorizzazione del settore della gemmoterapia (medicina alternativa, branca della fitoterapia, che studia l’utilizzo dei tessuti vegetali embrionali, come gemme o giovani germogli, per la cura delle malattie o per il mantenimento del benessere), filiera “Funghi” che supporta le imprese indirizzate alla coltivazione di funghi per l’alimentazione e le proprietà terapeutiche, filiera “Lavanda” che intende evidenziare le proprietà farmacologiche, nutraceutiche e bio-pesticida della lavanda, una coltura tipica della tradizione transfrontaliera, ed infine la filiera “Microorganismi” che vuole proporre nuovi prodotti naturali fruibili nella gestione sostenibile delle colture.». L’ IRF di Sanremo è un Ente strumentale della Regione Liguria le cui finalità sono di promuovere, sostenere e valorizzare l’attività di ricerca volta a favorire una migliore gestione della filiera floricola ligure, realizzando inoltre sperimentazioni volte ad ampliare le conoscenze dei diversi aspetti legati alla produzione e commercializzazione delle piante, importanti per le imprese locali.

Ultima revisione articolo: