Albenga, nuovi incontri per il Bilancio Partecipativo

"Anno dopo anno la partecipazione dei cittadini e delle associazioni è aumentata e l’Amministrazione ha ritenuto che questo potesse essere anche un nuovo strumento di ascolto e condivisione con i cittadini e le associazioni"

Stemma del municipio all'entrata del Palazzo comunale di Albenga

Albenga | Per il quarto anno consecutivo il Comune porta avanti il progetto del bilancio partecipativo, uno strumento di democrazia diretta che consente ai cittadini di scegliere quali opere pubbliche o interventi realizzare. Il primo incontro si terrà questa sera, martedì 21 gennaio alle 21.00, nella sala convegni del Centro Giovani Yepp Albenga sita in piazza Corridoni (ex cinema Astor). Durante la serata sarà spiegato nel dettaglio ai cittadini dove e come esprimere il proprio voto. Il primo incontro si terrà questa sera, martedì 21 gennaio alle 21.00, nella sala convegni del Centro Giovani Yepp Albenga sita in piazza Corridoni (ex cinema Astor). Durante la serata sarà spiegato nel dettaglio ai cittadini dove e come esprimere il proprio voto. Secondo l’assessore al Bilancio Silvia Pelosi “il bilancio partecipativo è uno strumento utile affinché i cittadini si sentano partecipi di progetti che riguardano tutta la collettività. Sarebbe bello venissero individuate opere utili a tutti gli albenganesi: i fondi, purtroppo, sono pochi ma, se ottimizzati, potranno fare la differenza”.

RobertoMichels

Parlando dei progetti più votati e quindi finanziati dal Comune attraverso il bilancio partecipativo negli anni passati ricordiamo: l’intervento sul portone d’ ingresso e sulle porte delle scuole materne di via degli Orti per l’anno 2016/2017, l’intervento sulla palestra delle scuole Paccini con il rifacimento del tetto per l’anno 2017/2019, il restauro e risanamento della cappeletta in via al cimitero a Leca per l’anno 2018/2019. Afferma Martina Isoleri, consigliere delegato al volontariato: “Sono molto felice di poter lavorare con l’Assessore Silvia Pelosi a questo progetto che ha avuto inizio quattro anni fa con il sindaco Giorgio Cangiano. Anno dopo anno la partecipazione dei cittadini e delle associazioni è aumentata e l’Amministrazione ha ritenuto che questo potesse essere anche un nuovo strumento di ascolto e condivisione con i cittadini e le associazioni, infatti, nel corso dei vari incontri si sono raccolti molti input che sono stati tradotti poi in fatti concreti. Il nostro intento è quello di continuare in questa direzione e per questo invitiamo tutti i cittadini interessati a partecipare”.

Ultima revisione articolo: