Funivie, Giampedrone: “il ministero delle infrastrutture e dei trasporti modifichi ordinanza”

Genova / Roma | L’assessore regionale alla Protezione civile Giacomo Giampedrone risponde alla richiesta inviata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e dall’azienda a Regione Liguria, affinché metta a disposizione 4 milioni di euro per Funivie Spa (Savona) a seguito degli ultimi danni subiti per il maltempo. “Ci chiediamo come fa il Ministero delle Infrastrutture e i Trasporti – afferma Goiampedrone – a organizzare riunioni senza la partecipazione della Protezione civile regionale e del commissario straordinario per l’emergenza maltempo. Il Gabinetto del Ministro dovrebbe sapere comunque che non è possibile la prassi dell’anticipo delle risorse come richiesto al commissario straordinario per l’emergenza, in quanto si tratta di finanziamenti inseriti in un’ordinanza per la copertura delle somme urgenze destinate agli enti locali (comuni, province e regione) e non certo ad un’infrastruttura dello stato come Funivie. Peraltro, nessuno fino ad oggi ci ha inviato un elenco degli inventi urgenti per questa infrastruttura e pertanto non ne siamo neanche a conoscenza.”

RobertoMichels

“Semmai deve essere il MIT – continua Giampedrone – a chiedere al commissario di poter inserire un elenco di opere riguardanti questa importante infrastruttura che, ad oggi, nessuno conosce. E sempre il Ministero deve provvedere a stanziare le relative risorse da inserire nella contabilità speciale così da poter usufruire del regime derogatorio delle norme previsto dall’ordinanza di protezione civile. A questo proposito c’è già un precedente da parte dell’Autorità di Sistema del Mar Ligure Occidentale, per la mareggiata del 2018 quando ci si era dotati di una tale procedura specifica con lo stanziamento delle risorse da parte dell’Autorità stessa”.

Ultima revisione articolo: