Pd,“modifica legge elettorale: oggi si e’ celebrato il funerale”

Genova | “Oggi con rammarico constatiamo che si è celebrato il funerale della modifica della legge elettorale” afferma il Gruppo Pd in Regione Liguria.

“La maggioranza ha dimostrato la sua debolezza, in una giornata che ha avuto due snodi fondamentali” sostengono i cosiglieri regionali del Pd: “In primo luogo la Lega si è tirata indietro arroccandosi sulle proprie proposte, non sostenute dalle altre forze di maggioranza. A questa posizione si è aggiunto il conflitto crescente fra le forze ‘totiane’ e in particolare tra Cambiamo!, divisa anche al suo interno, e Forza Italia. Con queste premesse era inevitabile che si arrivasse a una situazione di stallo. La conseguenza è che non si è potuti giungere ad oggi a un documento condiviso da una maggioranza qualificata (ricordiamo che servono 21 voti). Questo ha portato alle dimissioni di Angelo Vaccarezza, presidente della I Commissione, e della Sottocommissione, che avrebbe dovuto lavorare per un testo condiviso”. Il Partito Democratico, conclude la nota, “si è dichiarato disponibile fin da subito, vista la scadenza imminente del ciclo legislativo, a riprendere i lavori e a trovare un accordo più largo possibile tra le forze politiche, tenendo fermi i punti per noi fondamentali: abolizione del listino, inserimento della doppia preferenza, corretta redistribuzione dei seggi nell’ambito del premio di maggioranza”.

Ultima revisione articolo: