Albenga, baruffe tra minoranza e maggioranza

Albenga | È opinione del consigliere di minoranza Roberto Tomatis (gruppo Lega) che le doppie convocazioni del Consiglio comunale, una prassi adottata come consuetudine sin dall’inizio del suo insediamento lo scorso giugno dall’attuale presidente Diego Distilo, non sia una semplice scelta tecnica ma in realtà nasconda uno stratagemma per sbarrare la strada ai “dissidenti” della maggioranza. A detta del consigliere Tomatis, come scrive in una nota, ci sarebbero nella maggioranza “tre contestatori” che “non avendo ottenuto soddisfazione alle loro richieste, hanno minacciato di non presentarsi in Consiglio comunale, facendo così mancare il numero legale”. Per questo motivo, secondo Tomatis, “Il Presidente del Consiglio comunale Distilo, piuttosto che far fare una figuraccia a questa maggioranza raffazzonata, ha scelto di utilizzare lo strumento della doppia convocazione del Consiglio comunale. Così, se in prima convocazione non si fosse raggiunta la maggioranza, con la seconda convocazione non sarebbe più servito il numero legale. Uno stratagemma, decisamente politico, per far ridurre i tre dissidenti a più miti consigli, e infatti non è stato necessaria la seconda convocazione” nell’ultimo Consiglio di venerdì scorso. Per il consigliere leghista Tomatis, Distilo sarebbe quindi “diventato un membro effettivo della raffazzonata maggioranza” che tiene “sempre più [in] ostaggio” il sindaco.

offertecooponline

Ultima revisione articolo: