HB Run a favore degli “Amici della Cardiologia” del Santa Corona

Loano / Pietra Ligure. Sabato 1 giugno si svolgerà a Loano la prima edizione della “HB Run – Tutto è cuore e testa”, manifestazione sportiva organizzata dall’Asd Il Corpo di Pietra Ligure con il patrocinio dell’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano che consta di un urban trail di 9 chilometri (con 400 metri di dislivello positivo) e una camminata non competitiva da 5 chilometri. L’evento prenderà il via alle 8.30 in piazza Italia con l’iscrizione, il ritiro dei pettorali e la consegna dei pacchi gara per gli atleti che parteciperanno alla corsa. Per i runners è previsto il deposito borse e punti di ristoro lungo il percorso e al traguardo. Alle 10 da viale Azzurri d’Italia prenderà il via la HB Run da 9 chilometri e alle 10.15 la camminata non competitiva da 5 chilometri. A partire dalle 11 si terranno sessioni di fitness gratuite a cura della palestra “Il Corpo” di Pietra Ligure. Durante la mattinata, il neuroradiologo Giuseppe Ganci e la cardiologa Anna Maria Nicolino dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure saranno disponibili a rispondere a rispondere alle domande e alle perplessità della cittadinanza. Intrattenimento per i più piccini a cura del Mago Taz. Alle 13.30 in piazza Italia si terrà la premiazione dei primi tre uomini e delle prime tre donne che taglieranno il traguardo. Coppe e “triplette” di birra offerte dal Birrificio 019. L’iscrizione al trail ha un costo di 10 euro; l’iscrizione alla camminata ha un costo di 5 euro. Il ricavato sarà devoluto all’associazione “Amici della Cardiologia”.

La manifestazione fa da corollario al corso multidisciplinare “Heart disease and stroke” in programma venerdì 31 maggio al Loano2 Village e organizzato dalle strutture complesse di cariologia e neuroradiologia del Santa Corona sotto la direzione scientifica del neuroradiologo Giuseppe Ganci, della cardiologa Anna Maria Nicolino e del tecnico di radiologia medica Marta Vitali. Il congresso è patrocinato da Regione Liguria, Associazione Italiana di Neuroradiologia Diagnostica e Interventistica, Asl2 savonese, Ordine dei Medici della Provincia di Savona, Associazioni Regionali Cardiologi Ambulatoriali, Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri, Associazione Italiana Tecnici di Radiologia Interventistica, Società Italiana di Cardiologia Interventistica e l’ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica.

La “HB Run – Tutto è cuore e testa” si propone si sensibilizzare la popolazione su tematiche quali infarto cardiaco ed ictus cerebrale, che sono attualmente la prima causa di morte ed invalidità in Italia e in Europa. Spiegano gli organizzatori: “Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una maggiore consapevolezza da parte delle pubbliche amministrazioni e di una maggiore sensibilità sociale al problema. Sia nell’identificazione dei fattori di rischio che delle novità farmaceutiche e di trattamenti attuabili, in particolar modo le pratiche endovascolari, meno invasive rispetto al passato, che presentano una diversa gestione del’assistito a partire dalla dislocazione sui presidi del territorio, nell’urgenza e nel post acuto”. “In questo evento non si tratterà soltanto dell’urgenza cardiologica o neuroradiologica acuta, ed il loro trattamento endovascolare, ma delle nuove terapie farmacologiche, dei devices disponibili e maggiormente utilizzati, delle molteplici e possibili complicanze. Nella seconda parte della giornata, è prevista una tavola rotonda per la discussione di casi presentati dai partecipanti, sulle tematiche della patologia vascolare carotidea e dei device disponibili per il trattamento di embolectomie sia cardiache che neurovascolari. Una parte di ‘Life in the box’ durante la quale saranno presentati filmati di casi registrati, con la possibilità di confronto sui trattamenti eseguiti e le difficolta incontrate”. “Un evento formativo non solo nozionistico sulle evidenze scientifiche, le novità farmacologiche e di trattamento, ma di interazione, atto a favorire la dinamicità tra professionisti di diverse discipline che portano le loro esperienze a confronto interrogandosi e confrontandosi sui trattamenti e le procedure più efficaci”.