Albenga insieme, per tutte le famiglie

Albenga. Tre associazioni e il desidero di collaborare: si concretizza a partire dal 29 settembre con la presenza insieme alla Festa del volontariato per promuovere tre progetti rivolti alle famiglie e per presentare un calendario di incontri per il 2018.

“Tutto è iniziato lo scorso anno con la realizzazione di un depliant congiunto che aveva la funzione di promuovere tre progetti rivolti alle famiglie promossi con il contributo del Comune di Albenga – dicono i rappresentanti delle tre associazioni – poi abbiamo deciso di creare una piccola rete che ci aiuti a promuovere sul territorio le attività rivolte alle famiglie che singolarmente organizziamo ed a pensarne altre in collaborazione, anche seguendo i suggerimenti della cittadinanza”

Ed ecco il primo ciclo di incontri , che si svolgeranno presso il Centro Giovani YEPP in via Piazza Corridoni Albenga, a partire dalle ore 21.

Mercoledì 3 ottobre 2018 con la proposta a cura di AIED (Associazione Italiana per l’Educazione Demografica) “Il carcinoma della mammella: la guarigione attraverso la prevenzione”; conduce la serata il dott. Andrea Rattaro, Medico Chirurgo specialista in ChirurgiaGenerale. “L’incidenza del tumore della mammella è in costante aumento ma fortunatamente la diagnosi precoce riduce la mortalità per questa malattia. Purtroppo, ancora oggi, molte donne hanno un rapporto conflittuale con il proprio corpo e con la patologia mammaria più in generale che impedisce a molte di giungere ad una diagnosi tempestiva e quindi ad una prognosi più favorevole. La nostra campagna ha l’obiettivo di chiarire molti dubbi, abbattere qualche tabù, smentire false convinzioni e insegnare a conoscere il proprio corpo discriminando la normalità dalla possibile patologia. Solo attraverso una piena conoscenza e coscienza della patologia infatti si può pensare di fare una vera prevenzione che è poi la chiave per riuscire a sconfiggere la malattia” dicono i rappresentanti dell’ AIED.

Si continua poi mercoledì 7 novembre 2018 con “Famiglie nella ‘rete’ – la famiglia ai tempi dei social network”; conducono la serata gli psicologi Alfredo Sgarlato e Valeria Pavan. L’incontro è a cura di Immaginafamiglie, Associazione di promozione sociale e culturale – ETS: “Affrontare l’argomento social network in famiglia è diventato al giorno d’oggi per i genitori una routine che spesso genera conflitto. Oltre alle conoscenze tecniche della rete, possibilità e pericoli, ormai indispensabili per tutti, cosa occorre per essere più efficaci nell’“educazione digitale” dei figli? Una serata per confrontarci sull’argomento, raccogliere e condividere dubbi, difficoltà e buone pratiche”.

Questo primo ciclo di incontri si concluderà con l’appuntamento a cura di Sjamo Onlus che mercoledì 21 novembre 2018 parlerà di “Affido: un altro modo di essere famiglia”; conduce la serata la dott. ssa Stefania Panero, psicologa e psicoterapeuta. “L’incontro vuole essere un momento di confronto e di discussione su che cosa sia l’affido familiare e sui luoghi comuni ad esso associati. L’affido familiare è un’esperienza profonda, una risorsa importante per il territorio, che permette di portare un contributo attivo nella nostra realtà sociale”. Durante la serata verrà illustrato il progetto di formazione e sostegno per le famiglie affidatarie realizzato in collaborazione con il Distretto Socio Sanitario 4 Albenganese e con il Consultorio . L’affido è per tutti: non sono richiesti super poteri…”

1 Commento

  1. bellissimo articolo complimenti ! suggerirei anche articoli inerenti ai pirati della strada di questa città che fanno continue vittime proprio a molte famiglie , infatti molti perdono in questi cosidetti incidenti i loro cari, madri , figli, nonni.
    Proteggerci e proteggere i nostri cari da questi orribili eventi è doveroso è fondamentale!

I commenti sono bloccati.