Nel Piano Juncker i fondi utili al raddoppio Andora-Finale Ligure

Andora. “Il piano Juncker è una possibilità per trovare le risorse necessarie per il raddoppio ferroviario fra Andora e Finale Ligure”. Lo ha dichiarato la Commissaria per le politiche regionali On. Corina Cretu, nell’ambito del convegno “Finanziamenti Europei. Costruire insieme i futuri interventi sul territorio” che si è svolto questa mattina a Palazzo Tagliaferro ad Andora.

Clicca l'offerta!

Per tutti gli ordini superiori a 60€, ricevi una pochette rosa in similpelle in omaggio - SOLO ONLINE (offerta valida fino al 14/11/2019)

Sollecitata dal Sindaco Mauro Demichelis che nel suo intervento ha fatto un quadro delle richieste arrivate dagli amministratori locali e delle peculiarità economiche e strutturali della Liguria di Ponente, focalizzandosi in particolare sul raddoppio ferroviario, la Commissaria ha esposto tutti gli strumenti messi in campo dall’Europa in particolare per i trasporti ferroviari.

Acquista il biglietto

Sabato 14 dicembre al Teatro Chiabrera di SAVONA "Lo Schiaccianoci” di Čajkovskij con il Balletto di Milano diretto da Carlo Pesta.

“Sono già a disposizione 12 miliardi di euro proprio per i progetti legati ai trasporti, nell’ambito del cosiddetto Piano Juncker – ha annunciato il Commissario europeo On. Corina Cretu – Posso suggerire agli amministratori di vagliare questa via e li incoraggio a prendere contatto con la Banca Europea degli Investimenti a Roma. Il Piano è una possibilità da esplorare per trovare i fondi per il raddoppio dei binari della tratta Andora-Finale Ligure. Raccomando di negoziare subito la richiesta di finanziamento per la Liguria e Andora nel campo della programmazione 2021-2027, insieme con il governo italiano. Investimenti intelligenti possono fare la differenza soprattutto quando tengono conto delle caratteristiche dei territori”.

La conferenza, organizzata dal Comune di Andora e dall’Associazione Europei per l’Italia,  guidata dall’andorese Marian Mocanu che si è detto “onorato che la Commissaria abbia accettato l’invito di fare visita ad Andora e di aprire un dialogo proficuo con i territori liguri”, si inserisce nel programma di visite finalizzate a far conoscere le opportunità di finanziamenti europei e cosa si potrà fare con i fondi della politica di coesione dell’UE che saranno programmati per i prossimi anni.

“Siamo grati alla Commissaria Corina Cretu per le risposte chiare e concrete che ha dato alla platea degli amministratori locali spiegando tutti gli strumenti utili per intervenire nei vari settori da quello agricolo a quello ed in particolare per il raddoppio ferroviario Andora-Finale LIgure – ha detto il sindaco di Andora Mauro Demichelis – l’Onorevole Cretu ha ben compreso le problematiche del Ponente, ha dimostrato di conoscere interventi già attuati sul territorio e ha incoraggiato noi amministratori e tutti gli enti sovraordinati a prendere contatto con gli uffici europei e romani per mettere sul tavolo subito i nostri progetti in vista del nuovo programma di finanziamenti 2021-2027.”

Fra i temi trattati il futuro della portualità savonese, espresso dalla Presidente della Provincia di Savona, Monica Giuliano, che ha sottolineato come il rilancio economico ha bisogno di infrastrutture moderne:

“Abbiamo investito milioni di euro sulla portualità. Dialoghiamo con il Piemonte e la Lombardia per costruire progetti duraturi, ma abbiamo bisogno di infrastrutture moderne che sono la base per un vero rilancio economico – ha detto la Presidente Monica Giuliano – Le amministrazioni sono pronte. Le scelte urbanistiche sono consolidate: chi sul turismo, chi sul commercio. Questa parte di Liguria è viva più che mai. La Provincia vede tanti sindaci lavorare insieme condividendo scelte strategiche. Speriamo di aver nell’Europa quel grande compagno di viaggio che già ci hanno permesso di fare grandi cose”.

La Commissaria ha espresso il suo plauso per la volontà di investire sul turismo sostenibile come quello legato alla Pista Ciclabile e per la tutela delle zone agricole.

Il dottor Giovanni Minuto del Centro Regionale di sperimentazione ed Assistenza agricola, ha relazionato sulle caratteristiche dell’agricoltura ligure e del ponente e sugli strumenti con cui si può attuare un ulteriore sviluppo. Lucia Moscato, sindaco di Testico,  ha portato la parola dei piccoli comuni, ben il 70% in Liguria, che a fronte di pochi residenti devono però far fronte alla gestione di territori molto ampli e puntano sul ripopolamento anche attraverso il recupero edilizio dei borghi.

La Commissaria ha confermato che l’Europa crede molto nell’innovazione in ambito agricolo e segnalato una piattaforma che vuole sfruttare proprio i punti di forza dei territorio, creando sinergie fra turismo e agricoltura. L’onorevole Corina Cretu ha invitato gli operatori a prendere contatto con il Centro sperimentale di Siviglia che sta operando in merito.

La Commissaria Europea al termine dell’incontro ha incontrato una delegazione di rumeni residenti ad Andora e i rappresentanti della chiesa Ortodossa e della comunità ortodossa rumena, savonese, ligure e lombarda.

Clicca l'offerta

In promozione. Tempo di decorare! Luci e decorazioni natalizie per il tuo albero e la tua casa

Ultima revisione articolo:

1 Commento

  1. Il raddoppio Andora-Finalmarina è ottima occasione per migliorare la coesione territoriale con una bretella ferroviaria Bastia d’Albenga – Garessio – Ceva, che offrendo un valico a soli 580 m di quota permette di spostare efficacemente su ferro una buona parte del traffico su gomma diretto tra Ventimiglia e la Pianura Padana, che oggi congestiona il Ponente Ligure e i nodi di Savona e Genova.

I commenti sono bloccati.