Sport Alassio, assessore Rossi: “più collaborazione e meno polemiche”

“Questa Amministrazione Comunale, fin dal giorno del suo insediamento, si è distinta per essere sempre venuta incontro – in maniera apolitica e senza pregiudizi – alle esigenze di tutte le società e associazioni sportive del territorio, al fine di lavorare insieme e ottenere risultati nell’interesse della comunità. Spiace, purtroppo, incontrare mancanza di spirito di collaborazione e, alle volte, anche strumentalizzazioni a scopi politici di eventi sportivi”. Così Simone Rossi, Assessore allo Sport e al Turismo del Comune di Alassio, in risposta alle recenti polemiche, riportate dagli organi di stampa, sulla mancata organizzazione di un evento.

RobertoMichels

“Anche se non era pervenuta alcuna richiesta ufficiale, l’ente comunale aveva dato il proprio assenso alla Alassio-Testico, così come aveva dato il consenso allo svolgimento degli Adrenaline Days: si tratta di due manifestazioni potevano e possono coesistere, dal momento che il percorso previsto dalla corsa prevedeva una partenza dalla Piazza, ma con salita subito verso Testico, senza comportare interferenze tra iniziative o disagi alla cittadinanza”, spiega l’Assessore.

“Purtroppo più avanti ho scoperto, per puro caso tramite un post su Facebook, che gli organizzatori avevano deciso, senza alcun preavviso, di trasformare la Alassio-Testico in una manifestazione differente, la FitWalking che prevedeva però un percorso cittadino del tutto incompatibile con l’Adrenaline Days”, nota. “Mi sono premurato di chiedere agli uffici conferma del cambiamento, ma al Comune di Alassio non era pervenuta alcuna notizia, così ho richiesto di contattare gli organizzatori della Alassio-Testico, i quali hanno confermato le modifiche di programma, presentando regolare richiesta…solo dopo che avevamo chiesto spiegazioni. Troppo tardi, purtroppo, perché le due manifestazioni erano diventate incompatibili, e si era già dato consenso agli Adrenaline Days”.

“Il Comune ha pertanto comunicato che la Fit Walking non poteva essere organizzata in quel weekend, e che avremmo dato la nostra disponibilità eventualmente per un’altra data. A questo punto, purtroppo, abbiamo incontrato una totale chiusura da parte degli organizzatori, alcuni dei quali, forse, hanno preferito strumentalizzare la vicenda a fini politici e, per contrastare l’amministrazione, hanno spostato la manifestazione ad Andora. Spiace prendere atto di questa situazione: in un anno in cui Alassio sta concorrendo per diventare Città Europea dello Sport, avremmo preferito un maggiore spirito collaborativo in favore del territorio. Lasciamo la politica fuori dallo sport: l’Amministrazione rinnova il proprio impegno e la propria disponibilità nei riguardi di tutte le discipline, a cominciare dalla mezza maratona, che si svolgerà una domenica mattina nei mesi di febbraio-marzo-aprile escluso i ponti e Pasqua, purché non vada in contrasto con altre manifestazioni, invasive e impegnative per la viabilità”, conclude l’Assessore Simone Rossi.

Ultima revisione articolo:

ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO