Teatro: ‘Sorelle Materassi’, doppio appuntamento al Festival di Verezzi

di Laura Sergi – Siamo giunti al penultimo appuntamento del 50° Festival teatrale di Borgio Verezzi: ‘Sorelle Materassi’, libero adattamento di Ugo Chiti dal romanzo di Aldo Palazzeschi, in prima nazionale mercoledì 10 e giovedì 11 agosto (ore 21.30).

Sul palco, tre grandi protagoniste: Lucia Poli, Milena Vukotic e Marilù Prati, nei panni rispettivamente di Teresa, Carolina e Giselda. Con loro, sulle scene di Roberto Crea, ci sarà Gabriele Anagni sotto le vesti del nipote Remo, Sandra Garuglieri quale domestica Niobe, Luca Mandarini ‘Palle’ e Roberta Lucca ‘Peggy’.

Sotto la regia di Geppy Gleijeses, le luci di Luigi Ascione e le musiche di Mario Incudine, con l’Accademia del costume e della moda di Andrea Viotti, un equilibrio familiare viene sconvolto quando all’orizzonte appare il giovane Remo (figlio di una quarta sorella morta), tanto bello, tanto pieno di vita e tanto… approfittatore. Delle tre, solo la zia più giovane non ha il velo sugli occhi ma, dopo il fallimento del matrimonio che l’ha costretta a chiedere di essere riaccolta in casa, nessuno le dà retta, e d’altronde è lei stessa che si isola, piena di risentimento nei confronti della vita.

Siamo nel XV secolo, a Firenze Coverciano: Teresa e Carolina sono abili sarte che confezionano corredi da sposa e biancheria ricamata per la borghesia del luogo. Sono donne abituate a risparmiare, a vivere giornate monotone. Ma il gruzzoletto messo da parte, a poco a poco, farà una brutta fine, e così la casa e le proprietà terriere ereditate dal padre.

Il penultimo appuntamento, dicevamo. Sì, perché con l’inizio del Calendario nelle redazioni giungeva la notizia dell’annullamento di ‘Ostaggi’ di Angelo Longoni, che avrebbe portato in piazzetta Sant’Agostino: Marina Massironi, Roberto Citran e Giancarlo Ratti. Quindi l’ultima pièce sarà la prossima: ‘L’inquilina del piano di sopra’, di Pierre Chesnot, con Gaia De Laurentiis, Ugo Dighero e Laura Graziosi, regia di Stefano Artissunch.
Un inconveniente non imputabile agli organizzatori del Festival di Verezzi che, anzi, a loro volta ottenevano che ‘L’inquilina’ potesse fermarsi in Piazzetta non solo il 17 agosto, come da Calendario, ma anche il 18 e il 19. Una chiusura in bellezza, insomma.

Ma c’è anche un’altra importanza notizia per gli organizzatori della Rassegna: ‘Il Premio 2016 Tatiana Pavlova per le manifestazioni teatrali’, riconoscimento nazionale per la divulgazione dell’arte contemporanea. Così si legge nella motivazione: ‘Il Festival rappresenta oggi una delle più importanti manifestazioni teatrali italiane ed europee. L’impegno e la costanza hanno premiato i promotori, che hanno visto lontano e hanno costruito un modello di grande interesse culturale e sociale…’. E ancora: ‘Un risultato straordinario, che dura nel tempo e dimostra quanto la passione, l’entusiasmo e l’amore riescano a vincere difficoltà e problemi’.

Intanto, questa sera, ancora una serata de ‘L’Avaro’ di Molière, con Alessandro Benvenuti.

* nella foto di © Tommaso Lepera, le ‘Sorelle Materassi’ alle prove.

Ultima revisione articolo: