Caso GSL, Pd Albenga: “centro destra tace mentre la giunta regionale regala la sanità ligure alla Lombardia”

Albenga. «Dopo quattro giorni dalla delibera della Giunta regionale Punti interrogativirelativa al progetto GSL suona assordante il silenzio dei consiglieri e assessori regionali Vaccarezza e Mai eletti sul nostro territorio e soprattutto dei consiglieri comunali Guarnieri e Ciangherotti. Loro che, insieme ai consiglieri Perrone e Porro, hanno sempre una polemica, opinione, critica e presunzione su tutto ad oggi non si sono espressi sulla scandalosa azione della giunta regionale che con un colpo di spugna cancella di fatto il nostro ospedale». Così dichiara in un nota la segreteria albenganese de Pd.

«Le loro preoccupazioni – prosegue – in questi giorni sono state altre: l’assenza nelle scuole dei canti di Natale – notizia che si è rivelata ovviamente una bufala, come dichiarato dal Direttore Badino – trascurando volutamente i problemi veri perché non sono in grado di affrontarli.

Sono venuti a fare promesse e a dire che il progetto di sperimentazione GSL era una eccellenza da salvaguardare e oggi sono stati superati sulla corsia di sorpasso da ragioni meramente congressuali dell’Assessore Viale, che quale moneta di scambio per il sostegno di Maroni contro il collega Rixi ha scelto di regalare la sanità ligure alla Lombardia».

«Dove sono finiti il Liceo musicale, il pronto soccorso e i finanziamenti promessi? Chi fino a poco tempo fa urlava oggi sta svendendo il nostro territorio per equilibri puramente politici senza tenere conto del bene della propria comunità. I cittadini devono sapere che questo è il primo passo di un disegno più ampio che vede la cancellazione dell’ospedale di Albenga: perché se questo provvedimento non viene immediatamente revocato GSL sarà costretta in tempi brevissimi ad interrompere la sperimentazione e chiudere il servizio. Ed è bene notare che la Regione nella delibera del 27.11 non dice nulla circa l’eventuale volontà trasformare quel servizio in convenzione con i privati in regime totalmente pubblico, né in quale maniera tutelare tutti quei lavoratori che da tale provvedimento sono immediatamente colpiti».

«Senza entrare nel merito delle indagini che in ogni caso dovranno fare il loro corso, il Partito Democratico e le liste civiche a sostegno del Sindaco Cangiano faranno tutto quanto possibile a sostegno del nostro ospedale e a difesa dei posti di lavoro, di cui più di cento risultano oggi in grave rischio».

1 Commento

  1. Vacarezza, Ciangherotti, Guarneri,& Co. tacciono perchè non sanno niente – dicono loro . Penso invece CHE NON SONO STATI INFORMATI PERCHE’ A LIVELLO REGIONALE NON CONTANO NULLA e ciò dimostra che sanno fare solo inutili chiacchere e niente fatti.

I commenti sono bloccati.