Savona: ‘Così fan tutte’ apre la stagione lirica autunnale dell’Opera Giocosa

di Laura Sergi – Sarà il ‘Così fan tutte’ di Wolfgang Amadeus Anna KraynikovaMozart, dramma giocoso in due atti su libretto di Lorenzo Da Ponte, ad aprire la stagione lirica autunnale dell’Opera Giocosa al Chiabrera di Savona, venerdì 9 ottobre (ore 20.30) e domenica 11 in seconda serata (ore 15.30). L’Anteprima Scuole ci sarà già tra due giorni, già mercoledì 7, alle 10.

La prima rappresentazione si ebbe il 6 gennaio 1790, a Vienna, e sigla l’ultima delle collaborazioni con Da Ponte. Sul palco: Anna Kraynikova (foto) sarà ‘Fiordiligi’, Marina De Liso la sorella ‘Dorabella’, Giulio Mastrototaro ‘Guglielmo’, Francesco Marsiglia ‘Ferrando’, Linda Campanella la serva ‘Despina’ e Domenico Colaianni il cinico capocomico ‘Don Alfonso’. Sotto la regia, le scene e i costumi di Elisabetta Courir, per il Nuovo Allestimento del teatro dell’Opera Giocosa, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo sarà diretta dal Maestro Giovanni Di Stefano, mentre il Maestro Gianluca Ascheri dirigerà il Coro P.Mascagni di Savona. Per i recitativi, Ascheri sarà al clavicembalo e Marco Vitali al violoncello.

Siamo a Napoli, in una bottega di caffè, dove due innamorati (Guglielmo e Ferrando) si vantano dell’irreprensibilità delle due sorelle a cui sono fidanzati. Ma a guastar la festa, e a innescare la trama, interviene Don Alfonso, che a chiare lettere sentenzia che la fedeltà femminile non esiste. L’offesa è lanciata e si potrebbe andare a duello, ma poi il tutto si risolve nel classico: scommettiamo? Ed ecco i due giovani costretti a seguire le indicazioni di Don Alfonso: dovranno fingere di partire, altro che sposarsi!

Le due sorelle piangono, dopo che gli ufficiali si sono imbarcati, nonostante la cameriera Despina cerchi di invitarle a prendere la cosa con filosofia: d’altronde i loro uomini, lontano, non mancheranno certo di farsi consolare da qualche altro bel visino…
Parole importanti per Don Alfonso, che invita la cameriera ad essere sua alleata, perché ora il piano prende forma: Guglielmo e Ferrando rientrano nel palazzo e, sotto travestimento, manifestano il loro amore alle ragazze, che li rifiutano. Ma Don Alfonso non cede…
Ora i giovani devono fingere di essersi avvelenati per il rifiuto, così da indurre le ragazze a cedere. Impietosite, chiamano il medico (Despina travestita), ed i due guariscono all’istante, ma del bacio che tanto vorrebbero neppure l’ombra!

Tanto insiste Despina, che la ritrosia di Dorabella crolla ed accetta la corte di Guglielmo, mentre Fiordiligi, più tenace, vorrebbe scappare dall’amato, ma poi anche lei… Le donne sono tutte così, dice Don Alfonso, che mette a punto l’ultima parte del piano: un finto matrimonio per le sorelle, con i nuovi pretendenti. Ma il rullo di tamburi avvisa che i militari stanno tornando, e i legittimi fidanzati, rientrati in possesso dei propri panni, fingono indignazione nel leggere i contratti di nozze e cercano gli ipotetici rivali con le spade in pugno, per poi svelare chi essi siano stati, in realtà. A calmare gli animi furenti dei due giovani deve intervenire Don Alfonso, che ristabilisce il lieto fine.

Coproduzione del Teatro dell’Opera Giocosa di Savona e della Fondazione Orchestra Haydn di Bolzano e Trento.
Questi i biglietti d’ingresso: da 45 euro a 20, passando dal 1° al 3° settore; ridotti: 40-15 euro; giovani: 25-15 euro. Il last minute si attiva mezz’ora prima dell’inizio dello spettacolo, per i posti disponibili e non prenotati. Però, se avete un’età tra i 10 e i 25 anni, entrate in teatro e domandate se ci sono biglietti sospesi! Analogamente al ‘caffè sospeso’, questa è la nuova e bella iniziativa messa in pratica dall’Opera Giocosa, per invogliare i giovani ad appassionarsi all’opera.

1 Commento

  1. Ieri pomeriggio sono stata alle prove: sarà una meraviglia! Botteghino aperto dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19: non mancate, vi perdereste uno spettacolo che si preannuncia stupendo! Stupendo per le luci, la dolce scenografia, ma poi… le voci!

I commenti sono bloccati.