Assetto presidi Ospedalieri in provincia di Savona, Melgrati: partita Campagna manifesti di informazione ai cittadini

È partita oggi la campagna di manifesti istituzionali e volantini, promossa Marco Melgrati B1 00dal capogruppo di Forza Italia in Regione Liguria Marco Melgrati, per informare i cittadini del ponente savonese sui contenuti della Mozione (e del conseguente Ordine del Giorno) approvato all’unanimità dal Consiglio Regionale, che di fatto conferma i quattro plessi ospedalieri della Provincia di Savona [NdR: vedi Corsara 27-1-2015 Tutela Dea II Livello di Santa Corona e assetto ospedaliero Ponente ligure: approvata all’unanimità la Mozione Melgrati]. A renderlo noto è proprio Marco Melgrati che spiega: “non solo, ma la Mozione approvata rappresenta un formale atto di impegno e di conferma dell’attuale stato di consistenza della rete ospedaliera savonese e delle emergenze, che ha il riferimento nell’l’HUB-DEA di 2° Livello del ponente a Pietra Ligure e gli ospedali territoriali /SPOKE esistenti; quindi il mantenimento, oltre che del Dea di II livello al Santa Corona, del Dea di I livello a Savona e degli Ospedali territoriali a Albenga e Cairo Montenotte”.

“È necessario – continua il Capogruppo di Forza Italia – che tutti i cittadini conoscano quanto approvato dall’Assemblea Legislativa Regionale, e siano consapevoli del propri diritti, a futuro monito. Per questo ho pensato ad una campagna capillare di manifesti e volantini. Giova ricordare che questo documento era stato proposto dalle minoranze consiliari del Comune di Pietra Ligure, e avendo bocciato questa mozione in Consiglio Comunale a Pietra per la miopia politica del sindaco Valeriani, avevano trasmesso questo documento a tutti i Consiglieri Regionali. Avevo raccolto, purtroppo da solo come spesso accade, questa istanza, e ‘miracolosamente’ sono riuscito a farla approvare all’unanimità da tutti i gruppi politici presenti in Consiglio Regionale”.

La Mozione impegna il Presidente della Regione Liguria e alla Giunta regionale:

  • affinché nell’atto di cui al punto 1) sia altresì contemplato l’impegno alla realizzazione del nuovo monoblocco del Presidio Ospedaliero DEA di Pietra Ligure e il completamento /ripristino del corredo specialistico funzionale al DEA di 2° livello, ripristinando la funzionalità richiesta secondo i requisiti dalla normativa vigente e secondo gli standard e parametri di riferimento, non omettendo di considerare la normativa di recente emanazione del citato decreto della Definizione degli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all’assistenza ospedaliera.
  • Impegna alla verifica, procedendo al ricalcolo, ai sensi della normativa contenuta nel Decreto sopracitato, e rispettando l’impegno temporale del 31.12, se la soppressione dei posti letto attuata nel 2012 dai Direttori Generali è conforme alla normativa istituita e alla formula contenuta nel decreto datato 05 agosto 2014. Se il calcolo dimostrasse l’eccessivo taglio di posti letto, provvedere al ripristino.
  • Inoltre prevede che il protocollo di intesa in itinere, teso a regolamentare la realizzazione della riqualificazione strutturale del DEA di Pietra Ligure, venga al più presto definito sotto l’egida e con la partecipazione attiva della Commissione Regionale Sanità, in quanto competente per quanto attiene alla specificità del DEA facente parte con il ruolo di HUB della Rete delle Emergenze regionale.

“Questo – conclude il capogruppo di Forza Italia Marco Melgrati – è un atto vitale per l’organizzazione territoriale sanitaria della Provincia di Savona, nel passato prossimo sotto attacco di esponenti di rilievo del Pd, soprattutto savonesi, che vorrebbero ridistribuire le specialità a vantaggio di Savona, eliminando eccellenze presenti nel nosocomio pietrese conosciute in tutto il mondo. Questa Mozione è la pietra tombale per questi appetiti, ed è bene e necessario che i cittadini sappiano e siano informati”.