Convocato Consiglio Comunale Albenga; Guarnieri: chiederemo la testa dell’assessore all’Agricoltura, ma Andreis rispedisce le critiche al mittente

(fp) – Convocato per il prossimo mercoledì 24 dicembre alle ore 9 il comuneConsiglio Comunale di Albenga. Tra i punti all’OdG quello presentato dai gruppi Lega Nord e Forza Italia, decisi – dopo la riunione dei capigruppo di ieri sera – a chiedere la testa dell’assessore all’Agricoltura Alessandro Andreis “per manifesta incapacità”.

«L’argomento da trattare – ha dichiarato Rosy Guarnieri – è la inapplicabilità dell’IMU che dovranno sostenere i possessori di terreni agricoli i quali, dall’oggi al domani, si sono trovati una tassa in più da sostenere. Nonostante le promesse dei parlamentari liguri, il governo ha risposto con uno slittamento del termine pagatorio dal 16/12 al 26/1/2015 lasciando il testo i modificato. Lo stato di calamità per il comprensorio Ingauno non è stato ancora dichiarato, quindi niente risarcimento danni. L’assessore all’agricoltura Andreis non ha saputo difendere la categoria, come fatto da altri comuni che hanno determinato una tariffa più bassa di quella ordinaria. Chi dorme non piglia pesci e Andreis ha dormito e siamo certi continui a dormire perché non muoverà un dito per aiutare gli agricoltori. In sede consiliare, chiederemo le sue dimissioni per manifesta incapacità».

Accuse respinte però dall’assessore all’Agricoltura Alessandro Andreis  che alla richiesta della minoranza delle sue dimissioni replica: «Hanno presentato una delibera superata, in quanto nelle premesse viene citato il termine del 16 dicembre per il pagamento dell’Imu agricola, termine che il Governo ha già fatto slittare al 26, senza neppure indicare un periodo per il quale si dovrebbero non applicare sanzioni ed interessi. Per compiere scelte ponderate stiamo attendendo indicazioni dal Ministero delle Finanze, in merito anche alle aliquote».

«I capigruppo di maggioranza – constatato anche il parere contrario, sia tecnico che contabile, da parte del dirigente – avevano richiesto di ritirare la delibera per riformularne una unitaria, che recepisse – nel limite del possibile – le osservazioni dei cittadini e degli imprenditori agricoli ingauni. La minoranza non ha ritenuto opportuno farlo, facendo convocare alla vigilia di Natale un Consiglio comunale – inutile sotto il profilo della sua efficacia – costruito ai sol fini di propaganda. Abbiamo dimostrato nei fatti la nostra vicinanza alle categorie agricole nel periodo post alluvionale, non solo io, ma tutta l’amministrazione, i volontari e i tecnici comunali».

«Vorrei ricordare – conclude Andreis – che ben altri sono stati disattenti alle esigenze di sviluppo del mondo agricolo, considerato che nel Puc loro non solo non inserivano strumenti utili al settore, ma con la scelta del Forno Crematorio minacciavano le nostre produzioni agricole di eccellenza, vanificando anni e anni di lavoro di tutta la categoria».

Consiglio Comunale Albenga, Mercoledì 24 dicembre 2014 dalle ore 9,00

1)Mozione a firma del Consigliere Di Lieto sull’applicazione del regolamento per la manomissione del suolo pubblico relativamente alla strada vicinale Gimentano – Scarzi sita in frazione Bastia ed eventuale tempistica di intervento.

2)Mozione a firma del Consigliere Di Lieto sul depuratore ad Albenga.

3)Interrogazione presentata dai Consiglieri Perrone e Ciangherotti, tesa a conoscere lo stato di manutenzione dei tombini stradali ed eventuale attivazione di adeguate misure per fronteggiare situazioni di emergenza.

4)Interrogazione presentata dal Consigliere Di Lieto, tesa a conoscere lo stato attuale del cantiere “ex Fornace Perseghini.

5)Comunicazioni del Sindaco.

6)Richiesta convocazione straordinaria del Consiglio Comunale presentata da n. 4 consiglieri d’opposizione (Guarnieri, Ciangherotti, Porro e Perrone) con nota protocollo n. 51241 del 04.12.2014 avente ad oggetto: “Inapplicabilità delle sanzioni e degli interessi di mora, così come richiamata dall’art. 3 del decreto interministeriale del 28.11.2014 del Ministero dell’Economia e delle Finanze di concerto con i Ministri delle Politiche agricole alimentari e forestali e dell’interno e contenuta nell’art. 10 della Legge 27.07.2000 n. 212 (statuto del contribuente). – Approvazione.

1 Commento

  1. Ma per la vigilia di Natale non avete altro da fare ?
    Capisco che volete far vedere che, nonostante la batosta che vi hanno dato i cittadini, siete i più bravi e lavorate anche nelle feste comandate da Dio e dagli uomini.
    Vivete in pace in questi giorni e forse qualche vs. peccatuccio (che ci avete tramandato ) sarà mondato !

I commenti sono bloccati.