Riforme istituzionali, On. Vazio: “ostruzionismo conclamato inutile al Paese, ma noi non molliamo”

«Il dibattito e gli approfondimenti quando sono veri servono sempre. vazio2 - CopiaQualcuno ritiene che le riforme istituzionali proposte possano essere migliorate grazie a emendamenti qualificati. Peraltro ciò che sta accadendo al Senato è un ostruzionismo conclamato e plateale, finalizzato non a migliorare le riforme, ma indirizzato solo a tentare di impedirne l’approvazione». Così dichiara l’On. Franco Vazio.

«Sul campo – prosegue – si contrappone chi, come M5S , SEL e vari dissidenti di PD e FI, vuole mantenere inalterato lo stato delle cose, perché ne gode i frutti o perché vuole speculare politicamente o fare inutili polemiche e chi invece gioca, pur sempre nel solco di una salda impalcatura Costituzionale democratica, una partita coraggiosa per cambiare e far tornare a correre il nostro Paese. Tra l’altro ancora oggi che gli elettori hanno nettamente ribadito con il loro voto che queste riforme devono essere fatte. Solo un piccolo esempio dei circa 8.000 emendamenti presentati: Emendamento n. 1.1626: sostituire le parole “Camera dei Deputati” con le seguenti “Curia degli Eletti”; Emendamento n. 1.1627: sostituire le parole “Camera dei Deputati” con le seguenti “Corte Nazionale”; Emendamento n. 1.1628: sostituire le parole “Camera dei Deputati” con le parole “Coorte dei rappresentanti”; Emendamento n. 1.1629: con le parole “Coorte degli eletti”; Emendamento n. 1.16.30: con le parole “Bulè nazionale”; Emendamento n. 1.1631: con le parole “Bulè dei rappresentanti”; Emendamento n. 1.1634: con le parole “Congregazione dei rappresentanti”; Emendamento n. 1.1635: con le parole “Congregazione degli eletti”. Il 23 luglio, dopo una giornata di interminabili discussioni, si sono tenute solo 3 votazioni che peraltro hanno respinto gli emendamenti proposti».

«Non credo che tutto ciò rafforzi la democrazia e che aiuti a costruire un Paese moderno e credibile. Abbiamo bisogno di regole semplici ed efficaci che consentano di approvare leggi e decreti in tempi ragionevolmente brevi, come brevi sono i tempi che la modernità che viviamo ci concede. L’approvazione delle riforme non risolve i problemi economici e sociali del nostro Paese, ma conferisce strumenti efficaci quantomeno per tentare di risolverli. Ci prenderemo tutto il tempo che serve; saremo certamente rallentati, ma vinceremo questa battaglia e ridaremo all’Italia una dignità ed una speranza che ormai aveva perdute. I gufi si mettano il cuore in pace, noi non molliamo. Siamo stati eletti per questo», conclude l’On. Franco Vazio.

1 Commento

  1. http://www.libertaegiustizia.it/2014/03/27/verso-la-svolta-autoritaria/
    Già il solo fatto dell’autorevolezza degli appartenenti a questo movimento di pensiero, che spazza via ognmi modesta velleità di politicanti intraprendenti, come una tramontana fà evaporare la cappa estiva, dovrebbe bastare a farvi rendero conto del danno che state arreecando al Paese e alla Costituzione.
    Il tempo di chiamerà a rispondee di questo danno.
    La convinzione di essere dalla parte del giusto e i metodi adottati sarebbero motivo di togliere quel “democratico” dal simbolo del partito post comunista che ora scimmiotta la DC.

I commenti sono bloccati.