Finale: il sindaco Frascherelli in difesa dell’Emodinamica dell’ospedale Santa Corona

«Negli ultimi nove anni, da quando è stata fondata, l’Emodinamica Ugo Frascherelli 01dell’ospedale Santa Corona si è sviluppata in maniera esponenziale garantendo alla popolazione del ponente cure cardiologiche all’avanguardia. Ogni giorno vengono effettuati numerosi delicati interventi cardiaci in elezione ed in emergenza, spesso coprendo anche le esigenze dei territori circostanti fino a Ventimiglia».

Così il Sindaco di Finale Ligure, Ugo Frascherelli, che prosegue: «Tuttavia è triste notare come questo servizio, per motivi indipendenti dalla volontà degli operatori, non è garantito nelle ore notturne, privando così di un eccellente servizio “salva vita”. Le sale sono di alta qualità tecnologica, gli interventi eseguiti sono di ragguardevole entità per numero, varietà e complessità. Pertanto è evidente che le vere ragioni di tale mancata risposta vanno ricercate nella mancanza di equa distribuzione delle risorse».

«Non è accettabile – conclude il sindaco Frascherelli – che un cittadino con attacco cardiaco nelle ore notturne non abbia il diritto di accedere alla prima sala operatoria emodinamica già esistente in un ospedale sede di DEA II livello, e che debba perdere ore vitali nel trasporto all’ospedale prescelto».

1 Commento

  1. Ora la cosa stà prendendo una piega preoccupante per il PD regionale che si trova a gestire la classica patata bollente: come giustificare che il DEA inferiore di Savona abbia la copertura H24 dell’emodinamica che spetterebbe al DEA di 2 Livello…

I commenti sono bloccati.