Pallacanestro Alassio, Under 15 e 17 finiscono la corsa tra gli applausi e con uno sguardo al futuro

L’Under 15 e l’Under 17 maschile della Pallacanestro Alassio finiscono la Under 17 Alassio Basket 2014corsa ma lo fanno entrambe dopo essersi qualificate tra le migliori 8 squadre dei rispettivi campionati.

L’Under 15 alassina, nel girone Elite finale, si toglie la soddisfazione di superare lo Spezia, di rendere la vita difficile, per due quarti, alla finalista Pegli nell’incontro casalingo e di essere l’unica squadra del girone A che nella fase iniziale è riuscita a superare Bvc Sanremo.

“Abbiamo disputato un gran bel campionato con una squadra per metà con giocatori nati nel 99 e metà nati nel 2000. Alla fine, considerando anche la vittoria con Spezia, ci qualifichiamo al settimo posto assoluto in Liguria ed è un risultato di tutto rispetto con la ciliegina sulla torta di avere il nostro playmaker Gandini convocato con la selezione Ligure. Siamo contenti sia della crescita individuale di tutti i singoli che della squadra convinti che i 99 il prossimo anno possano integrarsi alla grande nell’Under 17 e i 2000 possano disputare un bel campionato Under 15. A Maggio faremo qualche amichevole o torneo e ci dedicheremo al miglioramento tecnico con spensieratezza” dichiara lo staff tecnico.

L’Under 17 della Pallacanestro Alassio, dopo essersi qualificata tra le otto migliori squadre del campionato regionale, è stata eliminata nei quarti di finale play off dall’Ardita Genova. Nella gara di andata, a Genova, la squadra alassina non ha giocato bene e la compagine genovese ha vinto meritatamente 67-54 ma nella partita di ritorno i gialloblu avrebbero meritato miglior sorte dopo essere andati all’intervallo lungo sopra di 11, dopo aver chiuso il terzo quarto avanti di 6 hanno subito il ritorno dell’Ardita che ha vinto la partita 54-56 nonostante a tre secondi dalla fine l’Alassio abbia avuto in mano la tripla per vincere l’incontro. “Abbiamo disputato una gran partita di ritorno e obiettivamente avremmo meritato di andare a gara tre giocandoci la bella a Genova ma purtroppo vuoi un po’ per la nostra imprecisione, vuoi per un pizzico di sorte avversa ci è stata negata questa possibilità. Il rammarico più grande è quello di non aver giocato gara 1 al massimo delle nostre possibilità però se contiamo i miglioramenti che di anno in anno stiamo facendo non possiamo che essere orgogliosi dei progressi che ognuno dei ragazzi sta facendo. Il prossimo anno disputeremo il campionato Under 19 oltre a quello Under 17 e aggiungeremo un tassello all’obiettivo di arrivare ad avere una prima squadra che possa permettere a tutti i ragazzi di continuare a giocare a basket fino all’età adulta”.