FS Italiane respinge attacchi di FI: “inappropriato e scorretto accostare cariche AD Moretti a quelle dell’ex presidente INPS”

In relazione alle dichiarazioni di alcuni esponenti regionali e comunali della Fabbriche aperte Studenti savonesi Trenitalia 20140311 02Liguria aderenti a Forza Italia, intenzionati a chiedere le dimissioni dell’amministratore delegato, Ferrovie dello Stato Italiane precisa che “non è appropriato né corretto accostare le cariche attualmente ricoperte dall’AD Mauro Moretti a quelle dell’ex presidente INPS Antonio Mastrapasqua”.

“Gli incarichi attribuiti a Moretti – sottolinea in una nota di smentita FSI – infatti sono tutti a titolo gratuito e testimoniano il riconoscimento delle sue capacità professionali e manageriali anche oltre i confini italiani. E il fatto che l’AD di FS Italiane sia chiamato a ricoprire ruoli anche in a livello di importanti organismi e associazioni internazionali del settore ferroviario è il segno del valore attribuito nel comparto a Moretti per la professionalità dimostrata e i risultati raggiunti nel nostro paese”.

Inoltre, precisa ancora FSI, lo scontro avvenuto in Calabria non riguardava materiale rotabile di TRI e l’incidente di Andora è stato causato da terzi, dunque i conseguenti disagi lamentati non sono imputabili al Gruppo FS, come hanno “suggerito” gli esponenti di FI. Per tutte le inesattezze contenute nelle dichiarazioni degli esponenti politici, “FS Italiane e il suo AD si riservano di agire a propria tutela nelle più opportune sedi”.