Savona, “Vita in movimento”: presentato il progetto solidale realizzato per le associazioni di volontariato della nostra provincia

ACTS e TPL Linea “sono da sempre molto attente alle dinamiche ed alle gruppo vita in movazioni provenienti dal settore del ‘sociale’ e dalle relative, importanti, ricadute sul territorio. Quest’anno le due società hanno elaborato un’iniziativa volta a rendere ancora più efficace ed organico l’impegno in tale settore”. Nasce così il progetto ‘Vita in movimento’ che è stato presentato oggi a Savona.

Il progetto ‘Vita in movimento’ si propone di offrire un’occasione ad alcune società/associazioni di volontariato/ricerca/assistenza, che operano sul territorio savonese, di informare e/o sensibilizzare i cittadini circa il loro operato, le iniziative, i progetti, le richieste solidali.

Al fine di promuovere questo tipo di iniziative, ACTS Spa e TPL Linea srl hanno individuato 12 associazioni, senza fini di lucro, che svolgono le loro attività nel bacino provinciale. A queste realtà, l’azienda intende offrire un mese di campagna informativa/pubblicitaria tramite la realizzazione ed esposizione di pendenti cartacei a bordo dei propri mezzi.

Al fine di rendere la comunicazione attrattiva anche per i cittadini più giovani, inoltre, il progetto ‘Vita in movimento’ affiancherà a ciascuna associazione un testimonial scelto fra gli sportivi che si sono distinti nelle loro discipline, accomunati dall’essere vicini e sensibili a Savona ed alla sua provincia e che si sono resi disponibili a ‘prestare’ una loro fotografia da abbinare ai messaggi informativi di carattere sociale prodotti dagli Enti selezionati.

conferenza vita in movimento Savona 10-3-2014Da oggi e fino al 21 maggio – data di arrivo della tappa savonese del Giro d’Italia – attraverso i volantini a bordo degli autobus, ACTS e TPL Linea, in collaborazione con il Comune, la Provincia di Savona e l’Associazione Chicchi di Riso di Enzo Grenno, daranno notizia del progetto Vita in Movimento e informazioni relative al Giro d’Italia. A partire dal mese di giugno, invece, il progetto Vita in Movimento prenderà avvio con la prima associazione e il primo atleta. L’abbinamento sportivo/associazione verrà effettuato tramite sorteggio, una volta ricevute tutte le conferme.

“Sono davvero felice di poter presentare oggi Vita in Movimento – ha detto il Presidente di ACTS SpA Ettore Molino -. Questo progetto è nato da un’idea, quella di dare un aiuto concreto a coloro che, sempre ma ancor più in periodi difficili come quelli che stiamo vivendo, dedicano il loro tempo, la loro energia, la loro forza ad aiutare coloro che ne hanno più bisogno. Un’idea che, proprio visto i tempi attuali, non poteva e non doveva essere onerosa per le nostre società. Un’idea che si è a poco a poco trasformata in un progetto solidale, che ha aggregato alla solidarietà lo sport e i giovani, che ha trovato una collaborazione, un entusiasmo ed una disponibilità davvero grandi. Ringrazio i nostri sportivi, hanno aderito con il cuore e si sono dimostrati attenti e sensibili; ringrazio i nostri ‘supporter’ (la Provincia e il Comune di Savona, Makeimage e Chicchi di Riso)con i quali abbiamo realizzato il binomio Giro d’Italia e Vita in movimento, ringrazio le prime 12 Associazioni, non solo perché hanno aderito al progetto, ma per il lavoro che fanno ogni giorno. Perché, insieme, noi siamo Vita in movimento”.

“Aggiungo anche i miei ringraziamenti a tutti coloro che hanno reso possibile Vita in movimento – ha detto il Presidente di TPL Linea, Claudio Strinati -. La nostra azienda lavora ormai da anni a contatto con il mondo solidale: dai biglietti di Natale realizzati con la Pediatria dell’Ospedale San Paolo di Savona, ai costanti contatti con le associazioni per i problemi relativi al trasporto pubblico di alcune categorie di persone disagiate, all’acquisto di mezzi sempre più idonei alle esigenze delle persone con ridotte capacità motorie. Credo che ACTS e TPL insieme abbiano fatto molto, in questi anni, per essere presenti e attente alle problematiche del nostro territorio. Con questo progetto porteremo in tutta la provincia di Savona i primi 12 messaggi solidali, impegnandoci a far si che, nel tempo, siano sempre di più. Inoltre, grazie alla collaborazione con il Comune di Savona e la Provincia, ci faremo portatori di un’altra importante iniziativa: la promozione del Giro d’Italia che ‘viaggerà’ sui nostri autobus fino alla data di arrivo a Savona, il prossimo 21 maggio”.

“L’iniziativa ‘Vita in Movimento’ rappresenta un valore aggiunto per tutta la provincia – ha dichiarato Angelo Vaccarezza – è solo la punta dell’iceberg di una serie di importanti iniziative che saranno realizzate nei prossimi mesi da Acts e Tpl; eventi che legheranno sempre più il trasporto pubblico al mondo della solidarietà e del sostegno alle fasce deboli. L’entusiasmo con il quale tutti i nostri campioni hanno aderito a questa iniziativa è commovente e mi rende orgoglioso; questi ragazzi sono l’espressione migliore del mondo sportivo, credono nei valori di lealtà, spirito di squadra, passione, serietà e costanza, la parte migliore della società”.

“Da sempre sono convinto che i valori più belli dello sport si sovrappongono a quelli della solidarietà e del volontariato, in particolare in una città e in un territorio come il nostro dove le associazioni del terzo settore sono una vera e propria ricchezza per la collettività, ha dichiarato l’Assessore Luca Martino. Abbiamo lavorato e stiamo lavorando come Amministrazione Comunale con grande impegno per l’evento dell’arrivo del Giro d’Italia a Savona, con più assessorati ed uffici coinvolti, dalla cultura al turismo, dallo sport al decentramento, e la collaborazione con gli altri enti territoriali, Regione, Provincia, Camera di Commercio; tra le molte iniziative collaterali in programma spicca quella dell’autobus vestito di “rosa”, grazie al sostegno condiviso di ACTS e TPL, che si interseca con “Vita in movimento”. Sono molto felice che le valenze sportive e di promozione del territorio collegate al Giro d’Italia si possano coniugare con il mondo della solidarietà, che ha sempre più bisogno di visibilità e sostegno”.