Il Giro d’Italia torna dopo ventitré anni a Savona, Vaccarezza: “grande opportunità di promozione per il territorio”

La Provincia di Savona sostiene l’undicesima tappa del Giro d’Italia, una Vaccarezza Giro 006 19-2-2014collaborazione annunciata dal Presidente Angelo Vaccarezza e dal Presidente del Comitato Organizzatore di Tappa Enzo Grenno durante la conferenza stampa che ufficializza il ruolo di Palazzo Nervi in questo importante appuntamento sportivo.

“Il 97° Giro d’Italia torna dopo ventitré anni a Savona con un arrivo di tappa che con i suoi 249 chilometri risulta essere la più lunga dell’edizione 2014. Un ritorno in grande stile che la Provincia di Savona accoglie con entusiasmo e voglia di partecipazione”, ha dichiarato il Presidente Vaccarezza.

“La Collecchio-Savona, unica tappa del Giro in Liguria, rappresenta per la città ed il suo comprensorio una grande opportunità di promozione, un’attenzione mediatica che porterà la nostra regione oltre i confini nazionali, una competizione disputata nei luoghi più belli del nostro Paese e della nostra magnifica provincia. La Provincia di Savona nonostante il momento difficile che si trova ad affrontare è comunque riuscita ad intervenire fattivamente sostenendo sia il Giro d’Italia sia il Trofeo Laigueglia, due manifestazioni ciclistiche che fanno parte della vita degli italiani:ogni gara rappresenta una pagina di ricordi, emozioni e sentimenti. Investire nel ciclismo significa quindi capitalizzare lo sport anche in termini di turismo e rilancio del territorio con il sistema costa entroterra”.

“Il ciclismo – conclude Vaccarezza – è lo sport che muove di più il cuore della gente, non esiste moviola e dietro la fatica c’è la professionalità degli sportivi veri. Il mio augurio è che il 21 di maggio le telecamere possano riprendere una splendida giornata di sole e una fantastica festa di sport.”

“Esprimo grande soddisfazione per il supporto che, ancora una volta, la Provincia di Savona ha voluto concedere alla manifestazione sportiva”, dichiara Enzo Grenno: “L’appuntamento del 21 maggio è sicuramente irrinunciabile e irripetibile, quantomeno in tempi brevi, fondamentale quindi che l’Amministrazione provinciale, unitamente al Comune di Savona e alla Regione Liguria, partecipi ad un evento che sarà l’unico del Giro 2014 sul territorio ligure”.