I ragazzi delle scuole di Leca incontrano Giovanni Impastato

Ieri, mercoledì 22 marzo 2023, nel plesso di Leca d’Albenga dell’IC Albenga II, gli alunni delle classi terze della secondaria di primo grado, accompagnati dai loro insegnanti e dal Dirigente Scolastico, Mosè Laurenzano, hanno incontrato Giovanni Impastato.

Pubblicità

L’incontro è stato organizzato nell’ambito del progetto sulla Legalità, in occasione della celebrazione della “Giornata della memoria e del ricordo di tutte le vittime innocenti delle mafie”.

Giovanni Impastato da 45 anni è testimone, nelle scuole e non solo, della figura straordinaria del fratello, Peppino Impastato, vittima innocente della mafia il 9 maggio 1978.

Pubblicità

Gli alunni hanno mostrato al Sig. Impastato le loro attività di riflessione effettuata in classe, i loro alberi della legalità, i cui frutti erano immagini e pensieri tratti dalla vita e dall’impegno sociale e politico di Peppino, nella sua quotidiana lotta alla mafia.

Giovanni Impastato ha narrato loro della giovinezza del fratello che, cresciuto in una famiglia mafiosa ha deciso di intraprendere una scelta di legalità, attraverso il giornalismo e la radio libera.

Lottava per la sua terra deturpata dalle speculazioni edilizie, lottava per il rispetto della democrazia e lo faceva combattendo la mafia con la cultura e le armi dell’ironia e la satira, ridicolizzando chi impone la logica del terrore e dell’intimidazione.

Giovanni Impastato, che si è detto emozionato dall’incontro nonostante il passare degli anni, ha lasciato ai ragazzi un prezioso consiglio: “Leggete, studiate e imparate a pensare con la vostra testa per diventare cittadini liberi e consapevoli”.