Loano, al via i lavori di riqualificazione del Giardino del Principe

Hanno preso il via a inizio febbraio i lavori di riqualificazione dell’arena estiva del Giardino del Principe di Loano. L’intervento ha un importo complessivo di circa 400 mila euro.

Il progetto redatto dall’architetto Roberto Burlando di Genova prevede il recupero e l’ammodernamento dell’area attraverso una serie di interventi volti al ripristino di alcune strutture presenti e la sostituzione di altre: tutto ciò al fine di rendere gli spazi dell’arena nuovamente fruibili e vivibili e, soprattutto, fare dell’arena sempre di più il luogo ideale per lo svolgimento di eventi e manifestazioni culturali, di musica e di spettacolo.

“Il Giardino del Principe si trova infatti a pochi passi dal lungomare e dalla centralissima piazza Italia, sulla quale affacciano il municipio di Palazzo Doria, la chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista e l’oratorio dei Turchini – ricordano il sindaco Luca Lettieri e l’assessore alla cultura Enrica Rocca – Oltre ad essere una delle strutture più centrali della nostra città, con i suoi 900 posti a sedere il Principe è la più capiente arena teatrale di tutto il territorio savonese e uno dei più grandi contenitori culturali del comprensorio. Infine, essendo circondata dalle antiche mura ed essendo ‘sovrastata’ dalla antica Loggetta del Principe, il Giardino ha un notevole pregio storico e architettonico. E’ dunque evidente l’importanza che assumono la sua riqualificazione e riproposizione al pubblico. Purtroppo i lavori si protrarranno ancora per qualche mese e perciò quest’estate l’arena non sarà normalmente fruibile. Come successo negli ultimi due anni, dunque, gli spettacoli si terranno nel palco che allestiremo in piazza Italia”.

In questa prima fase verranno realizzati gli interventi del primo e del secondo lotto. In particolare, il primo lotto prevede la sistemazione della recinzione sul lato di viale della Libertà e dei Giardini Josemaria Escrivà (attorno al quale si affacciano diverse abitazioni private), il restauro del muro perimetrale in pietra e l’installazione di barriere fonoassorbenti per mitigare l’impatto acustico.

Il secondo lotto di lavori, invece, prevede l’installazione, a pavimento, di faretti a led lungo i percorsi che vanno dalle entrate alle sedute e verso le uscite. In seguito il pavimento verrà ripulito e rifinito.

Il terzo lotto di lavori, che partirà in un secondo momento, prevede la sostituzione delle sedute e la finitura della pavimentazione mediante la stesura di resina in differenti colori; le diverse tonalità consentiranno di distinguere la “pavimentazione statica”, cioè quella su cui verranno posizionati i sedili, da quella “dinamica”, ovvero quella in cui si distribuiscono gli spettatori in ingresso e in uscita dall’arena.

Ad essere oggetto di interventi sarà anche il “Parco dei bambini”, l’ampio spazio ombreggiato rivolto verso Palazzo Doria e dotato di un piccolo palco eventi, di servizi e una parte di “hospitality” che comprende anche un bar. L’area è dotata di un proprio ingresso e perciò può funzionare in maniera indipendente dall’arena e fungere, in occasione di eventi importanti, in punto di ricettività e ospitalità per gli spettatori.

Il progetto di riqualificazione del Giardino del Principe prevede anche la sostituzione e lo spostamento del locale camerini e la realizzazione di un locale adibito a magazzino: ciò consentirà di liberare la Loggetta del Principe, che ora svolge la stessa funzione. Secondo il progetto, la Loggetta potrebbe diventare un bookshop, una biglietteria, un infopoint e un accesso alle mura da visitare anche fuori dagli orari di apertura dell’arena in concomitanza con gli eventi.