“LOA Legge in Ogni Angolo” premiata dal Ministero: assegnato contributo da 20mila euro

Il “Centro per il Libro e la Lettura” (Cepell) del Ministero della Cultura ha inserito l’edizione 2022/2023 di “LOA Legge in Ogni Angolo”, la manifestazione interamente dedicata alla lettura e alla letteratura che si tiene ogni anno a Loano, tra i 12 progetti “esemplari” a livello nazionale del bando “Città che legge”, la cui partecipazione era riservata alle amministrazioni che hanno conseguito il riconoscimento di “Città che legge”. Il Comune di Loano, in particolare, si è qualificato al settimo posto della graduatoria delle località con una popolazione tra i 5 mila ed i 15 mila abitanti e ha ottenuto un finanziamento di 20 mila euro.

Pubblicità

“LOA Legge in Ogni Angolo” è un progetto organizzato dall’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano con la collaborazione con l’Aps #cosavuoichetilegga?, gli “Amici della Biblioteca Antonio Arecco”, delle associazioni e delle realtà cittadine aderenti al “Patto della Lettura” e con il coordinamento artistico di Monica Maggi di “ATuttoTondo”.

Nel corso del 2018 il Comune di Loano aveva presentato alle associazioni culturali del territorio il nuovo “Patto per la Lettura”, che si propone di creare una rete territoriale strutturata al fine di “ridare valore all’atto di leggere come momento essenziale per la costruzione di una nuova idea di cittadinanza”. Il “Patto per la Lettura” di Loano coinvolge le istituzioni scolastiche del paese, le librerie, la casa di riposo comunale, le associazioni culturali e di volontariato, i servizi sociali, gli editori locali, le imprese private, i cittadini e tutti coloro che condividono l’idea che la “lettura, declinata in tutte le sue forme, sia un bene comune su cui investire per la crescita culturale dell’individuo e della società uno strumento straordinario per l’innovazione e lo sviluppo economico e sociale di Loano”. Con l’adesione al Patto le associazioni avevano confermato la loro volontà di supportare e partecipare ai progetti culturali promossi dall’amministrazione. Tra questi il più rilevante era proprio “LOA Legge in Ogni Angolo”, grande rassegna dedicata alla lettura che prevedeva eventi di lettura spontanea in diverse zone della città.

Pubblicità

“Il contributo del Cepell ed il riconoscimento della valenza esemplare del progetto fa il paio con la conferma dello status di ‘Città che Legge’ (che premia i Comuni impegnati a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di incentivazione alla lettura) arrivato lo scorso novembre – notano il sindaco Luca Lettieri e l’assessore alla cultura Enrica Rocca – Questo doppio attestato rappresenta il coronamento del lavoro svolto negli ultimi anni dalla nostra amministrazione e delle realtà del territorio che aderiscono al Patto e che, con grande dedizione, si impegnano per promuovere ed incentivare la lettura ad ogni età. A tutti loro va il più sentito ringraziamento nostro e dell’intera comunità loanese”.

“Da anni la nostra città ospita regolarmente rassegne librare di grande successo quali i ‘Martedì della cultura’ e ‘Orto letterario’ in estate e ‘Libri sotto l’albero’ durante il periodo natalizio: queste manifestazioni vedono, ad ogni edizione, la partecipazione di alcuni dei nomi più interessanti del panorama letterario e culturale del nostro Paese e ottengono sempre un notevole successo di pubblico. Questo è il segno più evidente di quanto la lettura e la ‘passione libraria’ siano diffusi e di quanto sia importante promuoverle, specie tra i più giovani. Anche per questo, il Comune di Loano sostiene gli autori locali, emergenti e non, contribuendo alla pubblicazione e alla promozione delle loro opere. Un altro modo per far crescere e diffondere la cultura locale”, concludono il sindaco e l’assessore alla cultura di Loano.

Nella sua edizione 2022/2023 “LOA Legge in Ogni Angolo” è un progetto che propone di implementare la lettura in luoghi non convenzionali; ciò attivando performance di lettura-evento pubbliche a cura di lettori qualificati in presenza dell’autore del testo e con un accompagnamento musicale. L’obiettivo è attivare il piacere della lettura attraverso l’ascolto delle parole, che si animano durante l’incontro di chi le ha scritte e tradotte in libro. La musica contribuisce a disegnare la cornice di queste “cartoline ideali” della città, che si basano sul seguente concept: “Ti regalo una lettura, regalami il tuo ascolto, restiamo in questo spazio in sicurezza, recuperiamo l’emozione dello stare insieme riscoprendo storie, persone e luoghi che abitano nel quotidiano”. Nel progetto è previsto il coinvolgimento attivo della rete dell’associazionismo locale e delle scuole del territorio, che collaboreranno attivamente all’ideazione ed esecuzione del progetto.

L’avvicinamento affettivo e plurisensoriale al libro è perseguito organizzando presentazioni con letture performative in luoghi non necessariamente deputati alla lettura, quali le pubbliche piazze, gli angoli più caratteristici del centro storico, ampi luoghi di aggregazione cittadini (il palazzetto dello sport, il Centro Giovani, i parchi giochi, il Centro Anziani, le aree del book crossing deputate di scambio libri sul lungomare e sulla via Aurelia, presso l’Arena Estiva del Giardino del Principe, gli oratori, il porto turistico) in modo tale da far scaturire nell’ascoltatore un rapporto attivo-creativo e costruttivo con il libro. Il lettore esperto e l’autore si propongono al pubblico accompagnati da un musicista che interpreta e decodifica il testo al fine di implementare nel lettore le emozioni ed il significato dell’opera.

Il progetto si propone: per la fascia di età infantile di far crescere amore, rispetto e curiosità nella lettura; per i giovani la presentazione di una offerta culturale altra rispetto alle tematiche culturali attualmente affrontate dalle nuove generazioni facendo riscoprire il piacere della lettura “classica”; per gli adulti avvicinare gli abituali lettori a nuove proposte ed allo stesso tempo agganciando nei luoghi cittadini nuovi. La biblioteca civica “Antonio Arecco” resta comunque il fulcro delle attività per progettare e lanciare le attività con dirette on line dall’apposita pagina Facebook. Il progetto sarà anticipato da giornate formative a favore dei volontari delle associazioni coinvolte.

L’amministrazione comunale ha deciso di puntare su questo progetto in quanto si tratta di un modo innovativo per incentivare e promuovere la lettura e per implementare le occasioni di socializzazione. Con queste iniziative si vuole dimostrare che “ogni posto è buono per leggere” e che non si legge solo per “ingannare il tempo” ma per il piacere di farlo e per trarne un arricchimento personale. Il risultato atteso è far comprendere, soprattutto a chi non è assiduo lettore, che la lettura è mondo da vivere e condividere. La lettura di piazza, inoltre, aiuta anche il lettore abituale ad uscire dall’isolamento in cui giocoforza siamo celati, fornendo l’occasione per incontrare altri lettori appassionati ed avere l’occasione di scambiare idee di lettura e opinioni in sicurezza. In un periodo in cui il forzato, eccessivo utilizzo di social network e di tv ha portato all’isolamento della persona pensare una iniziativa di scambio e socializzazione, con un occhio di riguardo all’arricchimento culturale, può risultare una proposta adeguata a garantire una ripartenza anche culturale per la nostra comunità. Il coinvolgimento delle giovani generazioni (alunni di scuole primarie e secondarie) contribuisce a formare i ragazzi al piacere di leggere e l’inserimento nei progetti di associazioni che si occupano di disabilità arricchisce e completa la valenza delle iniziative proposte.