Andora, il sindaco firma l’accordo di programma con l’Ato idrico ovest

Via libera prioritario ai cantieri di Andora per la posa dei tubi acquedotto e fognatura sotto il vecchio tracciato ferroviario e per realizzare la pista ciclabile. Sindaco Ddemichelis:"il furono di Andora passa sopra e sotto la pista. Posati i tubi si potrà stendere la ciclopedonale".

Un unico scavo, due condotte e tre obiettivi: collegare Andora al depuratore di Imperia, ricevere acqua dalla nuova condotta del Roja, i cui lavori di realizzazione partiranno a breve nell’imperiese e stendere al più presto la pista ciclabile. Ecco in sintesi i contenuti dell’accordo di programma con l’A.T.O. Idrico Ovest della Provincia di Imperia firmato questa mattina dal sindaco di Andora, Mauro Demichelis e dal commissario ad Acta ATO Ovest, dottoressa Gaia Checcucci.

Il documento “Raddoppio della tubazione del Roja ai fini dell’approvvigionamento idrico e realizzazione del collettore dei reflui di Andora tratta C1.2” dà in pratica il via libera alle gare di appalto per la realizzazione delle opere strutturali che poseranno le condotte dell’acquedotto e del collettamento dei reflui, lungo il vecchio tracciato ferroviario. Secondo l’accordo, i cantieri di Andora partiranno per primi rispetto agli altri nell’ambito della grande opera del Master Plan del Roja.Le coperture finanziarie, due milioni di euro, sono assicurate da Andora. 

 “Sono soddisfatto perché questa firma sblocca una situazione da troppo tempo in stallo. Terminata la posa dei tubi, si potrà stendere la pista ciclabile per cui abbiamo già attenuto i finanziamenti dalla Regione  – spiega il sindaco Mauro Demichelis – Inoltre, Andora avrà le infrastrutture pronte per essere collegata in futuro a due servizi essenziali: la nuova condotta del Roja che garantirà acqua potabile e il depuratore di Imperia. I fondi utilizzati saranno quelli correttamente accantonati e riscossi in bolletta con la quota canone di fognatura e depurazione. Si tratta di quattro milioni di euro, di cui due milioni saranno prioritariamente utilizzati per la posa delle condotte di acquedotto e della fognatura fra la galleria della ex ferrovia al confine con Cervo e via Marchese del Vasco ad Andora. L’accordo prevede che le opere della nostra tratta, la C1.2, siano inserite nel primo blocco degli appalti, le prime a partire rispetto agli altri lotti e terminate senza interruzione con i fondi trasferiti che saranno vincolati a tale scopo”. 

Il cronoprogramma presentato dall’ATO prevede la partenza delle gare a settembre e consegna delle opere finite nell’estate 2023. Successivamente si potrà fare la ciclopedonale. 

Con la firma si è sbloccata una situazione di oggettivo stallo che da due anni impediva  l’inizio dei lavori di realizzazione della pista ciclabile di Andora. 

 Ora il commissario ad Acta ATO Ovest, dottoressa Gaia Checcucci darà mandato a Rivieracqua, soggetto esecutore delle opere, di procedere per il perseguimento degli obiettivi dell’accordo e al rispetto del cronoprogramma. Andora, facendo prevalere la sua autonomia economica, ha ottenuto la garanzia che le risorse accantonate dal comune per il servizio di depurazione e fognatura mantengano il loro vincolo di scopo e la garanzia che non possano essere utilizzate diversamente da Rivieracqua. 

  L’accordo di programma, vede anche Andora anticipare i restanti fondi per l’avvio delle opere della nuova condotta dell’acquedotto del Master Plan del Roja, opera strategica per risolvere gli storici problemi dell’acquedotto che serve i comuni imperiesi che sta manifestando con frequenza sempre maggiore cedimenti e rotture. Le risorse utilizzate con l’anticipo del Comune di Andora per avviare le opere di acquedotto rientreranno integralmente all’interno dei fondi del PNRR relativi al finanziamento del “Master Plan Roja” liberando così risorse di pari importo che dovranno essere reimpiegate per l’esecuzione delle opere di completamento dei lavori di collettamento dei reflui e necessarie a superare la procedura di infrazione 2014/2059. I reflui di Andora saranno trattati quindi ad Imperia. 

In futuro ci sarà buone notizie anche dal punto di vista dell’approvvigionamento idrico. 

“Quando, i lavori imperiesi del Master Plan del Roja saranno terminati, Andora sarà collegata anche alla nuova condotta dell’acquedotto Roja: avrà un’ulteriore  fonte continuativa di acqua grazie alla portata del tubo posato sotto la pista ciclabile – spiega Mauro Demichelis – Inoltre, sarà realizzata ad Andora una vasca di accumulo di acqua potabile che garantirà pressione e portata al Roja e risorse d’acqua aggiuntive per la comunità di Andora, anche nei momenti di crisi e siccità”.