Memoria ed attivismo, la chiamata delle ANPI del territorio per un 25 aprile partecipato e condiviso

Il 25 aprile si festeggia il 77° anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, il raduno per il consueto corteo sarà alle 09.45 in Piazza del Popolo presso il Monumento del Partigiano e, dopo le orazioni ufficiali, alle 10.30, si inaugurerà il “Cammino della Memoria” un progetto voluto dalle sezioni ANPI di Leca ed Albenga con la collaborazione dello storico locale Professor Mario Moscardini e del Comune di Albenga.

Advertisements

Il progetto vuole ricordare, ripercorrendo idealmente il percorso attraverso 59 pietre commemorative con inciso il nome dei caduti e quattro pannelli esplicativi, il sacrificio dei 59 Martiri della Foce e i loro ultimi passi verso morte certa. È un 25 aprile atteso e sentito, una giornata resa ancor più importante dal momento storico. Sarà infatti il primo a svolgersi in presenza dopo i difficili anni della pandemia; ancor più forte è perciò la chiamata da parte delle ANPI di zona: “Albenga è stata insignita della Medaglia d’oro al merito civile, la massima onorificenza civile prevista nell’ordinamento italiano, quale riconoscimento per gli atti di abnegazione, eroismo e resistenza compiuti dalla popolazione durante il periodo dell’occupazione nazi-fascista, è quindi sempre più importante testimoniare con la presenza e l’attivismo che i valori della Resistenza sono vivi, che camminano sulle gambe dei giovani e nell’esempio dei più anziani. Scendano in piazza il 25 aprile tutti coloro i quali hanno a cuore la nostra democrazia e la nostra libertà nel solco dell’antifascismo, per assumersi la responsabilità del sacrificio che fu di quelle donne e quegli uomini che, poco più che ragazzi, contribuirono con la propria vita a sradicare la dittatura fascista e a consegnare a tutti noi un bene prezioso e delicato come la libertà. Saremo in piazza perché crediamo che i valori della Resistenza non siano relegati alla storia, ma vivano oggi nei nostri cuori e nelle nostre azioni.”

Per tenere sempre viva la memoria dei partigiani locali con ulteriori iniziative, si segnala che dal 20 aprile sarà visitabile la mostra “Felice Cascione – Memoria di un eroe partigiano” all’interno dell’IperCoop Le Serre su Felice Cascione “U Megu”, mentre sul canale YouTube della sezione ANPI di Leca sono visibili due video che ricordano la storia e la vita della partigiana Ines Negri e del partigiano Gin.

Advertisements

I festeggiamenti proseguiranno poi a Savona alla Fortezza del Priamar per la festa organizzata dall’ANPI Provinciale e ad Andora presso il Campo Santa Matilde in Via Cavour con musica e cibo all’evento realizzato da Andora Antifascista e ANPI Andora.