Albenga: assegnati i lavori per la realizzazione del secondo lotto del Progetto Moli

Entrata e Stemma del Municipio di Albenga

Albenga: sono stati consegnati alla ditta Cave di Frisolino srl i lavori per la realizzazione del secondo lotto del Progetto Moli finanziato attraverso i fondi di Protezione Civile.
Afferma Berardo Zanelli Presidente dei Bagni Marini: “Con il primo lotto del Progetto Moli abbiamo già ottenuto risultati importanti. Si sono create nuove spiagge che hanno resistito all’azione erosiva del mare ed hanno protetto la costa. Con il secondo lotto andremo a consolidare e migliorare ulteriormente quanto fatto. Saranno, infatti, allungati di altri 10 metri i moli esistenti e si farà un ulteriore ripascimento strutturale in grado di proteggere in maniera efficace la costa. Ovviamente poi attraverso l’azione del mare e i ripascimenti stagionali che effettueremo si creeranno nuove spiagge che miglioreranno l’offerta balneare di Albenga”.

Pubblicità

Afferma il vicesindaco Alberto Passino: “Un progetto che va avanti in sinergia con l’associazione bagni marini rispettando il progetto originario e consolidando sempre più le spiagge realizzate nel primo lotto e realizzando i tre piccoli moletti a difesa dei tre principali canali di sbocco della rete di scolo di viale Che Guevara. Un cantiere che continuerà l’opera di difesa della costa, aumentando la capacità di resilienza rispetto alle mareggiate rafforzando oltre che valorizzando quanto già fatto.”

Aggiunge il sindaco Riccardo Tomatis: “Questi interventi, che porteranno risultati nel tempo, sono importanti innanzitutto perché difendono la costa e la massicciata ferroviaria. Effetto secondario, ma non da sottovalutare, sarà la realizzazione di nuove spiagge che miglioreranno ancor più l’offerta turistica di Albenga. Ricordo che stiamo parlando di un’opera da 2.430.000 euro (che si aggiunge ai 2 milioni di euro del primo lotto) che creerà grossa occupazione lavorativa, fattore che, in un momento come quello attuale, è importantissimo.”

Pubblicità

L’assessore regionale alla protezione civile e difesa del suolo Giacomo Giampedrone: “Quello di Albenga è un ulteriore intervento di resilienza a protezione della costa, finanziato con i fondi di Protezione Civile stanziati a seguito della mareggiata del 2018. Siamo molto soddisfatti che, in piena sinergia con le realtà locali, si siano realizzate e si stiamo realizzando molte opere a protezione del nostro splendido litorale che, applicando il concetto di resilienza, non hanno visto soltanto un ripristino dell’esistente, ma la realizzazione di progetti migliorativi che andranno a tutelare in maniera più efficace il territorio. Da questo punto di vista abbiamo fatto un passo in avanti importante, guardando con gli interventi di protezione civile oltre alla semplice gestione dell’emergenza, ma aumentando la resilienza di un territorio rispetto agli eventi futuri. Stiamo parlando di un investimento complessivo, in 3 anni, superiore a 340 milioni di euro (per la Liguria) che, come elemento conseguente all’intervento di protezione della costa e di ciò che vi sta dietro, favorirà inoltre la formazione di nuove spiagge e il miglioramento di quelle esistenti.”