Spaccio: la polizia locale di Albenga arresta “Lo Spagnolo”

Polizia locale Albenga

Polizia locale di Albenga, lotta allo spaccio di stupefacenti in città. Nella giornata di giovedì 4 novembre gli agenti dell’Ufficio di Sicurezza Urbana hanno arrestato “Lo Spagnolo” (così era conosciuto tra i tossicodipendenti che da lui si rifornivano), un soggetto attenzionato da tempo per la sua attività di spaccio, in particolare eroina, nel tratto compreso tra ex ospedale e scuole Paccini.

Pubblicità

A seguito di un’attenta attività di monitoraggio e indagine, nel primo pomeriggio di giovedì, E.A, classe 1970, è stato colto in flagranza di reato nell’atto di cessione di una dose di eroina. Il fare sospetto dell’uomo non è infatti passato inosservato agli agenti che lo hanno tratto in arresto nonostante i suoi tentativi di divincolarsi e gli atti di forza resistenza commessi contro gli agenti.

Le indagini sono proseguite poi nel pomeriggio della stessa giornata quanto, presso gli uffici del comando di via Bologna, sono stati invitati i numerosi clienti dello “Spagnolo” che hanno riferito di aver comprato, anche per 70 volte, eroina da questo soggetto. Per l’uomo si sono aperte le porte del carcere di Marassi mentre i servizi ad opera della Polizia Locale di Albenga proseguiranno nei prossimi giorni.

Pubblicità

Dal Comando fanno sapere: “Invitiamo la cittadinanza a segnalare le eventuali attività criminose di cui vengono a conoscenza. È attraverso la cooperazione con i cittadini che possiamo intervenire in maniera sempre più efficace sul territorio”.

Afferma l’assessore alla sicurezza Mauro Vannucci: “L’ennesimo arresto da parte della Polizia Locale di Albenga. I nostri agenti dimostrano costantemente la loro presenza sul territorio, la conoscenza dello stesso e l’efficacia delle azioni previste dal piano di sicurezza urbana Vannucci/Montan. Per intervenire in maniera sempre più efficace contro lo spaccio di sostanze stupefacenti è importante continuare a mantenere alta l’attenzione su queste tematiche sia attraverso attività repressive che preventive quali interventi mirati di sensibilizzazione dei cittadini, in particolare dei giovani e giovanissimi. Un ringraziamento particolare va agli agenti impegnati quotidianamente sul territorio e ai cittadini che collaborano con la Polizia Locale attraverso le loro segnalazioni.”

Il sindaco Riccardo Tomatis: “Spesso il lavoro della Polizia Locale non è sotto gli occhi di tutti perché prevede una parte investigativa che, tuttavia, porta a risultati importantissimi come quello conseguito giovedì scorso. Complimenti ai nostri agenti che hanno gestito al meglio la situazione dimostrando professionalità, determinazione e una attenzione particolare per la nostra città”.