Aned di Savona in ricordo di Maria Bolla

Maria Bolla

È deceduta ieri sera nella sua abitazione  la Presidente dell’Aned di Savona e Imperia Maria Bolla Cesarini, nata a Milano il 2 luglio 1932.

Divenne Presidente dell’Associazione degli ex deportati nei campi nazisti di Savona e Imperia  nel 1974, dopo la scomparsa di suo padre Bernardo sopravvissuto al lager di Ebensee sottocampo di Mauthausen e primo Presidente e fondatore insieme agli altri sopravvissuti savonesi.

Maria Bolla era figlia di una famiglia profondamente  antifascista : la mamma staffetta partigiana nella divisione Fumagalli , operante nella zona di Spigno Monferrato venne arrestata nel 1944 e rinchiusa dai nazifascisti nel “braccio” politico del carcere le Nuove a Torino; sarà liberata il 17 aprile del 1945 dai partigiani con la   liberazione  del  capoluogo Piemontese; – il padre Bernardo venne arrestato nello stabilimento di Ferrania nel 1944 come dirigente comunista e deportato a Ebensee.

Maria Bolla ha ricoperto proprio nell’Aned la carica di Vice Presidente Nazionale sino al 2012 voluta espressamente da Gianfranco Maris ed è stata la fulgida guida della Sezione di Savona e Imperia per oltre mezzo secolo.

La Sezione la vuole ricordare per la sua costante e instancabile attività di tutta una vita per la conoscenza e la trasmissione alle nuove generazioni della storia della deportazione.

Maria Bolla aveva un particolare rapporto con studenti ed insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado, era capace di instaurare con gli studenti un colloquio famigliare e di trasmettere in modo semplice i valori legati all’antifascismo.

Punti centrali dell’organizzazione della Sezione di Savona – Imperia voluti fortemente da Maria Bolla, sono stati il concorso storico sulla deportazione rivolto agli studenti e l’organizzazione dei Viaggi della Memoria ai campi nazisti.

Maria Bolla oltre alla presidenza dell’Aned ha ricoperto tantissimi altri incarichi: è stata Vice Presidente dell’Udi di Genova negli anni ottanta, è stata eletta come prima Presidente donna della Società Mutuo Soccorso “La Generale”, e stata eletta presidente della V° circoscrizione a Savona e per diciotto anni è stata Vice Presidente delle Opere Sociali di Savona.

Maria Bolla  ha speso tutta la sua vita a sostegno delle lotte al fianco dei lavoratori, dei più fragili, delle donne,dei migranti, contro il razzismo e per rafforzare l’unità antifascista savonese; nonostante la malattia non ha voluto mancare al ricordo organizzato dalla Fondazione Memoria della deportazione di Milano lo scorso 5 maggio a Orco Feglino per ricordare i 100 anni dalla nascita di Gianfranco Maris e lo scorso 2 giugno all’inaugurazione del Monumento in ricordo di Sandro Pertini.

Tutta la Sezione di Savona e Imperia si unisce al dolore della famiglia. I funerali si svolgeranno Giovedi’ 8 luglio alle ore 9,30 presso la Chiesa della Villetta in Piazza Amendola.


SU IBS SONO TORNATI I SALDI D'ESTATE!
Migliaia di prodotti in offerta! Centinaia di proposte per la casa, libri, film, musica, giochi, elettronica e hi-tech con sconto fino a -60%