Ha cessato ufficialmente la propria attività sabato 15 maggio il punto di prelievo per “tamponi drive-through” allestito in via degli Alpini a Loano nell’ambito del progetto “Health Point Loano”, frutto della collaborazione tra il Comitato Loanese e la Croce Rossa di Loano e patrocinato dal Comune di Loano.

Il Comitato Loanese (che riunisce Confcommercio Loano, Fipe Loano, Associazione Balneari Loanesi, Associazione Loanese Albergatori, Pro Loco Loano ASP, Associazione Vecchia Loano, Associazione Culturale Polivalente) si è assunto l’onere di gestire il traffico dei mezzi in entrata ed uscita e a tale scopo ha messo a disposizione circa 15 steward volontari appositamente formati. La Croce Rossa, invece, si è fatta carico della parte strettamente sanitaria e ha fornito i mezzi e le strumentazioni necessarie ad effettuare prelievi e tamponi.

Nei suoi cinque mesi di attività, presso il punto di prelievo hanno operato 20 volontari e 25 tra medici ed infermieri; in tutto sono stati effettuati 3.100 tamponi. Il ricavato, al netto delle spese, è stato destinato, in accordo con i servizi sociali comunali, ad aiutare le famiglie bisognose del territorio.

“Il punto di prelievo – dichiara il sindaco di Loano Luigi Pignocca – si è rivelato uno strumento importantissimo per il monitoraggio ed il contenimento dell’emergenza sanitaria nel nostro territorio. Il numero di tamponi effettuati e le innumerevoli richieste pervenute regolarmente dall’utenza (cosa che a gennaio aveva spinto i volontari a prolungare l’attività ben oltre il periodo natalizio, così come inizialmente preventivato) testimoniano perfettamente quanto il servizio sia stato apprezzato dalla comunità loanese e non solo. A nome dell’amministrazione comunale e della nostra comunità, vorrei ringraziare il Comitato Loanese, i volontari Cri, il personale medico ed infermieristico che per lunghe settimane hanno prestato servizio presso il punto di prelievo”.

“Il punto-tamponi – aggiunge l’assessore ai servizi sociali Luca Lettieri – aveva non solo uno scopo sanitario, ma anche una finalità benefica. Una parte del ricavato è stata già utilizzata per il pagamento delle utenze domestiche e dunque per alleggerire la spese in carico alle famiglie loanesi più in difficoltà. Un’altra parte, ancora a disposizione, verrà utilizzata per altre attività socialmente utili a favore delle fasce più deboli della cittadinanza. Risorse utilissime, specie in questo periodo di grave crisi economica”. “Nella speranza che in futuro non vi sia più bisogno di questo servizio, ringraziamo il Comitato Loanese, l’amministrazione comunale e tutti i volontari che hanno partecipato rendendo possibile l’erogazione di questo servizio – dicono dalla Croce Rossa di Loano – Un ringraziamento particolarmente sentito va a tutto il personale sanitario, medici ed infermieri, che gratuitamente e su base volontaria hanno dato la loro disponibilità durante questi ultimi sei mesi”.

Ultimo aggiornamento articolo: 18 Maggio 2021 10:39