Donazione dell’ambasciata di Israele in Italia all’Asl2 savonese di attrezzature sanitarie

Cerimonia di consegna dei dispositivi di sanificazione delle mani che verranno collocati presso gli Ospedali San Paolo e Santa Corona.

Savona-donazione Israele

Questo pomeriggio, presso l’Ospedale San Paolo di Savona, si è svolta la cerimonia di consegna delle attrezzature sanitarie donate all’ASL2 Savonese dall’Ambasciata di Israele in Italia. L’Ambasciata di Israele in Italia ha fatto dono di due dispositivi sanitari intelligenti per la sanificazione delle mani, la cui collocazione è stata disposta presso il San Paolo di Savona e il Santa Corona di Pietra Ligure. Un gesto a testimonianza dell’amicizia tra Italia e Israele e un simbolo del comune impegno dei due paesi nella lotta alla pandemia.

Presente l’ambasciatore di Israele in Italia, Dror Eydar, alla cerimonia hanno partecipato i consiglieri di Regione Liguria Brunello Brunetto (presidente della II Commissione Salute e Sicurezza sociale) e il Angelo Vaccarezza (Componente della II Commissione Salute e Sicurezza sociale), il capo di Gabinetto della Prefettura di Savona Martina Anatriello, il questore di Savona Giannina Roatta, il presidente della Provincia di Savona Pierangelo Olivieri, il sindaco del Comune di Savona Ilaria Caprioglio, il direttore Generale di ASL2 Marco Damonte Prioli, il presidente dell’Associazione Italia-Israele Cristina Franco.

«La Provincia di Savona, nel febbraio 2020, aveva avuto l’onore e il privilegio di ospitare a Palazzo Nervi l’Ambasciatore Dror Eydar per il Convegno “100 anni di Israele in Liguria”, un evento organizzato dalla Provincia di Savona in collaborazione con l’Associazione Italia Israele Savona.». Il presidente della Provincia di Savona Pierangelo Olivieri: “Si è trattato di un’occasione molto importante per il Nostro Territorio, frutto di un lavoro di sinergia Istituzionale che rinsalda ancora di più l’unità tra le nostre Nazioni e le nostre Comunità, con un grande ringraziamento a quella Israeliana per questi doni molto importanti in questo momento di emergenza.”